Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e news del 30 maggio

FIAT CHRYSLER 

Gli alleati nipponici di Renault non sono stati mai tenuti all’oscuro dal socio francese nella trattativa avviata per una fusione con Fiat Chrysler. Lo dice il presidente di Mitsubishi Motors Corp Osamu Masuko.Il CEO di Nissan non vede particolari aspetti negativi dalla possibile fusione Fca-Renault. 
S&P ha lasciato invariati i rating di entrambe le società fino a termini definitivi della fusione.

NET INSURANCE

Il prossimo 19 giugno Net Insurance presentera’ l’aggiornamento del piano industriale 2019-2023 ad investitori, partner e stampa. 
La presentazione avra’ luogo a partire dalle 10:30 presso la sede di Borsa Italiana.

PRYSMIAN 

Westernlink ha quasi riparato sezione cavo in Mare d’Irlanda. La societa’ che gestisce il WesternLink ha reso noto oggi che la riparazione della sezione del cavo situata nel Mare d’Irlanda e’ quasi completa. Il cavo dovrebbe dunque tornare operativo nei primi giorni di giugno, una volta completati i test necessari. 
Trovano cosi’ conferma le indicazioni fornite in occasione dei conti trimestrali da Prysmian, che fin da subito si era mossa insieme ai partner per risolvere le ultime problematiche riscontrate nel corso dei commissioning test. 
Problema per il quale la societa’ ha accantonato ulteriori 70 milioni nel bilancio 2018.

MPS

La Corte di Cassazione ha confermato l’assoluzione disposta dalla Corte di Appello di Firenze il 7 dicembre 2017 nei confronti degli ex vertici di Monte dei Paschi  dalle imputazioni di ostacolo alla vigilanza per la ristrutturazione del derivato Alexandria, stipulato con banca Nomura .Contestualmente però i supremi giudici hanno anche disposto un nuovo processo d’appello limitatamente al ricorso presentato dagli imputati che chiedevano di essere assolti con formula piena, per non aver commesso il fatto, e non solo “perché il fatto non costituisce reato” come aveva disposto la corte fiorentina.I giudici d’appello di Firenze non potranno cioè che tornare ad assolvere i tre imputati, l’ex presidente Giuseppe Mussari, l’ex direttore generale Antonio Vigni e l’ex capo dell’area finanza Gianluca Baldassarri, ma saranno chiamati a valutare quale tipo di assoluzione stabilire.La Procura Generale aveva invece presentato ricorso per chiedere la condanna.In primo grado il Tribunale di Siena aveva condannato tutti e tre gli imputati a tre anni e sei mesi di reclusione e a cinque di interdizione. Le difese degli imputati sostenevano invece che gli uomini di Bankitalia avessero a disposizione tutti gli elementi necessari per comprendere i termini dell’operazione.La questione ruota attorno al documento, il mandate agreement, che per l’accusa è stato tenuto nascosto, prima di essere poi trovato in una cassaforte di Vigni dal suo successore Fabrizio Viola. Quel contratto secondo l’accusa era il solo che avrebbe permesso di capire la reale natura del prodotto come derivato, proprio in quanto realizzava il collegamento negoziale fra Alexandria e l’operazione Btp 2034.La difesa ha invece sostenuto che quel documento non era dirimente e che c’era un altro documento, il deed of amendment, in mano a Bankitalia che avrebbe avuto analogo valore informativo.

MAPS

A partire dal 3 giugno 2019 saranno emessi 2.141.000 ‘ Warrant MAPS S.P.A. 2019-2024’ della PMI Innovativa quotata su AIM Italia attiva nel settore della digital transformation. 
I warrant saranno assegnati gratuitamente ai possessori di azioni ordinarie MAPS al 3 giugno 2019 (prima data di stacco utile successiva al 31 maggio 2019) in ragione di 1 Warrant ogni 4 azioni ordinarie possedute. 
A seguito dell’ emissione dei nuovi warrant, il numero complessivo dei warrant in circolazione sara’ pari a 4.125.000. 
I ‘ Warrant Maps S.p.A. 2019-2024’ attribuiscono il diritto di sottoscrivere azioni MAPS, nelle finestre previste nel relativo Regolamento, in base al rapporto di esercizio pari a 1 azione ogni 1 warrant posseduto al prezzo strike di 2,00 euro. 
Al 29 maggio 2019 il prezzo delle azioni ordinarie e’ pari a 4,735 e il prezzo dei warrant e’ pari a 2,80 euro

FERRARI 

– Ha presentato il suo nuovo modello ibrido, il primo di serie, che può correre silenziosamente per le strade cittadine con un motore elettrico e raggiungere una velocità massima di 340 chilometri all’ora.Il gruppo ha presentato un nuovo modello ibrido che può correre silenziosamente per le strade delle città con motore elettrico e raggiungere una velocità massima di 340 km all’ora. Equipaggiata con un motore da 1.000 cavalli, sviluppato dalla Formula Uno, la nuova sportiva ibrida con 4 ruote motrici è stata esposta nella storica sede dell’azienda a Maranello.L’amministratore delegato Louis Camilleri ha definito la nuova vettura “sbalorditiva, veloce e completamente rivoluzionaria”.Oltre a offrire il tradizionale brivido dell’alta velocità e delle prestazioni, la nuova vettura consente 25 km di autonomia esclusivamente elettrica, consentendo ai conducenti di uscire tranquillamente da casa e passare attraverso i centri cittadini senza rumore o emissioni inquinanti.Circa 2.000 clienti selezionati provenienti da tutto il mondo sono stati invitati per visualizzare e prenotare la nuova auto, che verrà consegnata entro 12 mesi. Il suo prezzo sarà annunciato questa settimana. Gli altri acquirenti dovranno aspettare più di un anno. Ferrari vende oltre il 65% delle sue auto a clienti che ne possiedono già una.

LEONARDO 

La divisione americana sta crescendo in modo significativo e il ritorno sulle vendite dovrebbe aumentare, ha detto il CEO Alessandro Profumo a margine di un evento a Ottawa. La controllata americana DRS, che si occupa del settore difesa, sta crescendo in modo significativo grazie all’aumento del budget militare statunitense, lo ha detto l’amministratore delegato Alessandro Profumo in un’intervista a margine di una conferenza sulla sicurezza e la difesa a Ottawa.Leonardo ha acquistato DRS Technologies nel 2008 e l’anno scorso ha affermato di non aver conseguito un ritorno adeguato. Gli Stati Uniti rappresentano circa il 28% delle vendite totali di Leonardo.Entro la fine del 2022, Leonardo punta ad un tasso di crescita composto vicino alle due cifre per DRS e a un ritorno sulle vendite a due cifre. “Oggi siamo vicini al 7% e vogliamo salire almeno al 10% in termini di ritorno sulle vendite”, ha affermato Profumo.

BANCHE

La Commissione europea intende presentare ricorso dopo la sentenza della Corte di Giustizia, che il 19 marzo scorso ha ribaltato la decisione comunitaria di bloccare il salvataggio di Tercas. La decisione non pregiudica la richiesta di danni da parte di Banca Popolare di Bari che acquistò Tercas nel 2014.

TPS

Sta per cominciare il secondo periodo d’esercizio dei warrant. 
Dal 3 al 18 giugno, i titolari dei “Warrant TPS 2017-2020” potranno richiedere azioni di compendio, nel rapporto di 1 azione per ogni 10 warrant posseduti. 
Le azioni saranno sottoscritte a 3,758 euro, cifra al di sotto dell’attuale prezzo di Borsa del titolo, pari a 4,26 euro. 

MAIL UP

 Siamo molto soddisfatti dei quattordici incontri con gli investitori effettuati in occasione dell’ AIM Italia Conference organizzata da Borsa Italiana a Palazzo Mezzanotte’ , ha affermato Nazzareno Gorni, amministratore delegato e fondatore di MailUp Group in un’ intervista a Market Insight. 
‘ La meta’ degli incontri ha interessato alcuni dei nostri investitori storici, che si sono mostrati decisamente soddisfatti per quanto fatto finora, e per l’ altra meta’ investitori prospect. Il clima si e’ rivelato estremamente positivo, con una grande attenzione e curiosita’ da parte dei vari interlocutori verso le prospettive future di un business che presenta alte potenzialita’ in termini di scalabilita’ e crescita’ . 
Gli investitori, ha aggiunto il CEO, ‘ si sono soffermati soprattutto sulle strategie e sui risultati che potranno essere raggiunti anche grazie alla recente integrazione di Datatrics. L’ acquisizione della societa’ olandese, completata lo scorso dicembre, offrira’ infatti un contributo molto importante e gia’ nei primi tre mesi dell’ esercizio in corso sono stati conseguiti ottimi risultati a livello di performance e fatturato’ . 


BANCA FARMAFACTORING 

Ha varato il piano strategico quinquennale al 2023 con target finanziari al 2021 che vedono una crescita media annua dell’utile netto rettificato del 10% e un ritorno sul tangible equity (Rote) superiore al 30%. 

HEALTH

Health Italia ha siglato un accordo istituzionale con Assoimprese, Associazione Industriale delle Piccole e Medie Imprese Nazionali, finalizzato a promuovere alle imprese associate i servizi di welfare aziendale, sanita’ integrativa, telemedicina e gestione fondi sanitari. 
In base all’intesa sottoscritta per due anni Health Italia proporra’, in collaborazione con Assoimprese e attraverso una apposita comune commissione ‘ Sanita’ e Welfare’ , soluzioni integrate utili a tutte le imprese associate per gestire i sistemi di welfare aziendale, attivare modelli mirati di sanita’ integrativa, implementare, con il supporto dei piu’ moderni strumenti di telemedicina, programmi di prevenzione per i dipendenti delle imprese stesse, fino alla creazione e gestione di fondi sanitari dedicati. 
Roberto Anzanello, presidente di Health Italia, ha dichiarato “l’ accordo con Assoimprese 
costituisce un ulteriore importante tassello del percorso di crescita di Health Italia S.p.A. che, da sempre, ha dedicato grande impegno per realizzare sistemi organizzati per l’ importante mondo delle PMI Italiane, alle quali, tramite Assoimprese, garantiremo tutto il nostro supporto per la creazione di innovativi ed utili modelli di Welfare Aziendale, Sanita’ 
Integrativa e Telemedicina”. 
Soddisfazione espressa anche da Giovanni Mondelli, presidente di Assoimprese, il quale ha affermato che l’accordo “consentira’ alle imprese associate e non, lo sviluppo di sistemi organizzati di welfare aziendale e sanita’ integrativa finalizzati a garantire una maggiore fidelizzazione delle risorse umane ed un incremento della produttivita’ aziendale, nell’ ambito degli scopi associativi”.

ITALIAONLINE

La società ha rafforzato la sua leadership nell’ambito dei brand verticali, che a marzo hanno raggiunto un’audience complessiva di 17 milioni di utenti unici mensili (dati Audiweb). I risultati migliori sono stati ottenuti da Virgilio Motori, che nel mese è diventato il portale leader di categoria, arrivando a 2,8 milioni di utenti, e superando competitor storici come Quattroruote.it. QuiFinanza ha incrementato gli utenti unici del 60%, arrivando a 4,4 milioni.  SiViaggia ha raggiunto la cifra di 2,5 milioni (+52% rispetto a febbraio). 

Comments are closed.