Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e NEWS del 25 giugno

UNICREDIT

UniCredit avrebbe messo in stand-by una possibile offerta su Commerzbank  in quanto la banca tedesca non vuole impegnarsi in negoziazioni premature dopo il fallimento dei colloqui per una fusione con Deutsche Bank , lo riferiscono quattro fonti a conoscenza della situazione secondo quanto riporta Reuters. 
L’acquisizione di Commerzbank risponderebbe alla strategia di ridurre il peso dell’Italia.Non si esclude che la trattativa possa ripartire dopo l’estate. UniCredit e Commerzbank non hanno commentato.

CARIGE

Si stringono i tempi del salvataggio di Carige. Ieri in tarda serata il fondo Apollo ha formalizzato alla banca una nuova proposta (non ancora un”offerta) dopo la bozza preliminare sottoposta la scorsa settimana. Sembra che la nuova proposta sia migliorativa rispetto a quella precedente e possa dunque far rientrare il private equity nella partita. Sempre ieri intanto il Fitd e” sceso direttamente in campo per pilotare il salvataggio della cassa genovese con un progetto che sembra alternativo a quello di Apollo. La road map disegnata dal veicolo presieduto da Salvatore Maccarone e” ormai abbastanza definita, si legge su MF. Oggi partira” una due diligence sui conti della cassa genovese per quantificare con esattezza il fabbisogno patrimoniale, stimato ormai vicino a 800 milioni. Si trattera” quindi di valutare proposte di intervento che “prevedano la partecipazione degli attuali azionisti e di partner pubblici o privati”, come ha spiegato ieri il Fitd in una nota. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, quello che il Fitd ha in mente e” una soluzione di sistema incardinata sulle due braccia dell”organo, lo Schema volontario e quello obbligatorio. Il primo sarebbe orientato a convertire in equity il bond subordinato da 312 milioni sottoscritto alla fine dell”anno scorso. Altri 200 milioni potrebbero arrivare dal braccio obbligatorio che, alla luce della favorevole sentenza della Corte Ue sulla vicenda Tercas, avrebbe ora margine per intervenire direttamente. Questo ulteriore esborso non sembra comunque preoccupare il sistema perche” il fondo obbligatorio potra” attingere alle risorse gia” presenti in cassa che dovranno poi essere riversate dalle banche nei prossimi anni.

UBI BANCA

Ubi B., in una breve nota, ha ribadito che e” assolutamente destituita di fondamento qualsiasi ipotesi aggregativa con Banca Carige.Massiah, mancano condizioni per salvataggio come Isp con venete

AUTOGRILL

Autogrill ha reso noto che Marco Patuano, amministratore non esecutivo, si e’ dimesso dal CdA della societa’, con efficacia immediata, cessando contestualmente ogni altro incarico consiliare.

AS ROMA

L”assemblea degli azionisti di A.S. Roma ha nominato consigliere di amministrazione della societa” Gregory Scott Martin. Il nuovo amministratore restera” in carica fino alla naturale scadenza dell”attuale consiglio e cioe” sino all”assemblea che approvera” il bilancio dell”esercizio che si chiudera” il 30 giugno 2020. Nella parte straordinaria, si legge in una nota, l”assemblea ha preso atto della relativa proposta del Cda e deliberato di eliminare l”indicazione del valore nominale delle azioni della societa”. L”assemblea ha anche preso atto del risultato economico civilistico relativo ai primi nove mesi dell”esercizio 2018/19, negativo per 23.393.204,83 euro e deliberato la copertura integrale delle perdite complessive risultanti al 31 marzo 2019 mediante l”utilizzo per l”intero importo delle riserva sovrapprezzo azioni, pari a 21.003.204,06 euro, della riserva azionisti aumento di capitale, pari a 13.321,37 euro, e della riserva legale, pari a 1.986.536,59 euro. Per il residuo importo della perdita di 390.142,81 euro, l”assemblea ha deliberato una riduzione del capitale di pari importo. L”assemblea ha infine modificato l”articolo 5 dello statuto sociale, eliminando il riferimento relativo all”indicazione del valore nominale delle azioni e riportando nel testo dell”articolo il nuovo valore del capitale sociale.

TREVI

-Ennesimo colpo di scena per Trevi. Il lungo e complicato processo di risanamento del gruppo cesenate attivo nel settore delle perforazioni del sottosuolo registra una nuova puntata nel complesso rapporto tra la famiglia Trevisani, primo azionista con oltre il 30% del capitale, e il sistema creditizio. Perche”, come annunciato oggi, “Trevi Holding, ammessa alla procedura di concordato preventivo con riserva, in qualita” di socio di Trevi Fin, ha ottenuto l”autorizzazione da parte del Tribunale competente di convocare un”assemblea di Trevi Fin per la revoca degli amministratori e la contestuale nomina del nuovo cda”, si legge in una nota della societa” capogruppo. Un passaggio delicato, si legge su MF, che rischia di scombussolare i piani definiti dal management del gruppo industriale, a partire dal chief restructuring officer, Sergio Iasi, che prevedono un aumento di capitale da 130 milioni, la conversione di gran parte del debito bancario (vicino ai 700 milioni), fino a un massimo di 310 milioni, la vendita delle controllate Drillmec e Petreven, l”ottenimento di nuove linee di credito e il consolidamento e riscadenziamento dell”indebitamento residuo.

ASCOPIAVE

Ascopiave, tra il 17 e il 21 giugno 2019, ha acquistato 164.239 azioni ordinarie al prezzo medio unitario di 3,7728 euro, per un controvalore complessivo di 619.637,10 euro. 
A seguito degli acquisti sinora effettuati, la societa’ detiene 13.720.606 azioni ordinarie, pari al 5,853% del capitale. 
L’ operazione rientra nell’ ambito dell’ autorizzazione all’ acquisto di azioni proprie deliberata dall’ assemblea del 26 aprile 2018.

GIORGIO FEDON

Giorgio Fedon ha comunicato che a fine giugno si concludera’ il mandato di Mario Marchi come Direttore Generale. 
La societa’ ha specificato che durante i mesi di lavoro di Marchi e’ riuscita a recuperare competititvita’ con una crescita del fattturato e della redditivita’, in seguito  alla ristrutturazione avvenuta lo scorso autunno. 
Infine, Giorgio Fedon ha sottolineato che il trend positivo, iniziato gia’ nella seconda parte del secondo semestre 2018, sta proseguendo nel primo semestre 2019, ponendo le basi per futuri ulteriori sviluppi positivi.

MEDIOBANCA

Mediobanca ha collocato ieri un covered bond con scadenza a 7 anni (1° ottobre 2026), per un controvalore pari a 750 milioni. 
L’ operazione ha ottenuto un buon riscontro, con ordini pari a oltre 1,7 miliardi, provenienti da oltre 110 investitori, secondo quanto si apprende dalla stampa. 
Il rendimento e’ stato fissato a 53 punti base sopra il tasso mid-swap, i calo rispetto alle indicazioni iniziali di 65 pb. Il titolo paga una cedola fissa. 
Il titolo e’ stato distribuito per oltre il 50% ad asset manager, mentre la ripartizione geografica ha visto provenire oltre il 75% degli ordini dall’ estero, di cui il 29% da Austria e Germania. 
L’obbligazione e’ stata emessa a valere sul programma Euro Medium Term Notes da 5 miliardi della banca. 
Il bond, garantito da un portafoglio di mutui ipotecari, ha rating atteso ‘AA’ da parte di Fitch e, secondo altre fonti di stampa, sara’ quotata alla Borsa del Lussemburgo. Il regolamento avverra’ il prossimo 1° luglio.

FIERA DI MILANO

Le Olimpiadi e le Paralimpiadi invernali 2026 si svolgeranno a Milano e a Cortina. Così ha deciso il Comitato olimpico internazionale che ieri si è riunito a Losanna. Secondo uno studio condotto dall’Università La Sapienza, le ricadute economiche positive sul Pil ammontano a 2,3 miliardi di euro mentre la Bocconi stima ricavi complessivi sino a tre miliardi. Tutto torna a vantaggio anche di Fiera Milano. La Fiera di Rho-Pero metterà a disposizione il Media Centre. Si tratta di quattro padiglioni di circa 17mila metri quadrati ciascuno, ubicati davanti ad una zona che dispone di 5mila posti auto.

ELES

Si e’ appena conclusa presso la ‘ Israeli Air Force House’ di Herzliya (localita’ a Nord di Tel Aviv), la prima milestone del business model di ELES, PMI innovativa attiva nel settore del testing della microelettronica per i mercati industriali aerospace & defence, automotive, consumer electronics e semiconductor. 
La societa’ ha presentato la propria offerta a primari gruppi mondiali della microelettronica presenti nella Silicon Valley Israeliana: Intel, Amazon, Western Digital, Mellanox, Altera, Tower Semiconductors, Rafael, Ramon Chips. 
Grazie al partner israeliano ATS-Engineering (nella quale ELES detiene una partecipazione strategica), la Societa’ ha presentato la propria capacita’ innovativa con il concept ‘ R.E.T.E. the new Reliability frontier for Automotive and Mission Critical applications’ . 
Antonio Zaffarami, Presidente di ELES ha dichiarato: ‘ R.E.T.E. e’ l’ unica strada per produrre chips con zero difetti. Tutti i nostri interlocutori avranno la possibilita’ di testare R.E.T.E. sui loro prodotti, utilizzando i nostri sistemi presenti nei laboratori di ATS Engineering. ELES, inoltre, fornira’ la propria consulenza direttamente ai designers dei clienti attraverso l’ erogazione dei servizi di applications co-engineering, vero e proprio elemento distintivo dell’ offerta R.ET.E.’ . 
L’ attivita’ di marketing e sale strategy, la prima milestone del business model di ELES, viene svolta principalmente attraverso la partecipazione a fiere ed eventi di settore, ai quali la Societa’ partecipa con propri stand illustrando le principali caratteristiche dei prodotti offerti e i vantaggi dell’ approccio R.E.T.E., oltre alle metodologie di test dalla stessa elaborate. 
Tale fase e’ gestita internamente dal Gruppo attraverso un team dedicato costituito da ingegneri esperti. L’ attivita’ di marketing e sale strategy e’ volta all’ individuazione di nuovi trend e potenziali clienti e mira alla definizione delle specifiche tecniche del prodotto da offrire sulla base delle prospettive di sviluppo dei mercati di riferimento, al fine di soddisfare le aspettative dei clienti. 
Grazie all’ innovativo approccio R.E.T.E. ELES ha realizzato tra il 2016 e il 2018 un incremento del fatturato pari al 77%, un aumento dell’ Ebit del 260% e una crescita dell’ export nel primo trimestre dell’ 80% circa.

GPI

GPI , società tecnologica attiva nel mercato dei servizi per la sanità (come lo sviluppo di piattaforme per la gestione di dati clinici),
La società ha concluso un accordo con Ebn Sina Medical per la distribuzione dei prodotti in Qatar. Lo riporta Reuters.
Inoltre, GPI ha stipulato un altro contratto, del valore di 500mila euro, per la fornitura di un nuovo sistema di automazione. 
 

COIMA RES

Il Comitato olimpico internazionale, che ieri si era riunito a Losanna, ha scelto Milano e Cortina come sedi per lo svolgimento delle Olimpiadi e Paraolimpiadi 2026. Milano, già leader in Italia, nel mercato immobiliare, dovrà mettere a disposizione, oltre alle sedi dello svolgimento dei giochi, anche spazi destinati ad accogliere operatori e giornalisti, ma anche gli spettatoriIl giro d’affari che potrebbe toccare un controvalore complessivo, incluso l’indotto, pari a circa 1,5 miliardi di euro. Un contesto positivo per Coima RES che rappresenta il titolo immobiliare quotato più esposto al ciclo economico della città di Milano, con un focus sul settore terziario.

Crowdfundme

CleanBnB S.p.A. società che offre servizi di property management nel mercato degli affitti a breve termine, annuncia di aver iniziato il collocamento con apertura del book nella giornta di ieri, con l’obiettivo di ammissione alle negoziazioni su AIM Italia di Borsa Italiana, mercato dedicato alle piccole e medie imprese ad alto potenziale di crescita. 
La società è stata selezionata e finanziata su Crowdfundme in due diversi round ad una valutazione rispettivamente di 500mila euro nel 2016 e 4 milioni nel 2018 confermando l’ottimo trend di crescita e l’ottima performance per i suoi investitori.L’offerta prevede un aumento di capitale fino a un importo massimo di 5 milioni di euro, una valutazione pre money della Società compresa tra 8,5 e 11,5 milioni di euro, una forchetta di prezzo fissata tra 1,70 e 2,30 euro, e un flottante fino al 25%. Nell’ambito dell’offerta è prevista altresì l’assegnazione gratuita di warrant nel rapporto di n .1 warrant ogni n. 2 azioni a favore di tutti coloro che risulteranno titolari di azioni alla data di inizio delle negoziazioni, ivi incluso coloro che abbiano sottoscritto azioni nell’ambito dell’offerta.CleanBnB S.p.A. offre servizi di property management per conto degli Host proprietari e di hospitality a 360°per i Guest, tramite una piattaforma integrata con i maggiori canali online specializzati. La sede operativa è basata a Milano ma la Società opera su 40 città italiane con un portafoglio di oltre 600 appartamenti, e in soli tre anni è riuscita a costruire una struttura di oltre 50 persone. Nei primi cinque mesi di quest’anno CleanBnB ha già gestito oltre 12.000 soggiorni, superando il risultato dell’intero 2018. 
Ricordiamo che la Consob ha da poco pubblicato un aggiornamento del regolamento in materia di Equity Crowdfunding. Le novità sono importanti e tali da dare un ulteriore impulso alla crescita del settore. Nel complesso il contesto è positivo per CrowdFundMe, l’unica società quotata nel settore dell’equity crowdfunding in Italia.Si ricorda che la società si è quotata in Borsa a marzo e, dall’inizio della sua attività, ha raccolto 15,7 milioni di euro, per un totale di 7.829 investimenti. Le campagne concluse con successo sono state 52.

Comments are closed.