Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rumors e Rating del 7 maggio

TELECOM

Il Consiglio di Amministrazione si e” riunito presso TIM Open Labs, i laboratori di Torino dove, da oltre 50 anni, si sviluppa ricerca e innovazione creando e valutando nuovi sistemi e servizi di comunicazione. E” stata l”occasione per una visita immersiva nelle novita” che le tecnologie ultrabroadband e 5G rendono disponibili e rappresentano un”opportunita” di crescita sostenibile e intelligente per il business TIM, nell”interesse del Paese. Il Consiglio di Amministrazione ha confermato l”importanza della ricerca per TIM e ha ribadito l”intento di rafforzare l”attivita” di Tim Open Labs. A tal fine e” stato deciso di stringere un rapporto piu” intenso con i principali Atenei e Centri di Ricerca del Paese anche attraverso il finanziamento di 30 Dottorati di Ricerca in ambito tecnologico nei prossimi 3 anni. Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre ricevuto un aggiornamento sui principali dossier aperti (a partire dalla partnership con Vodafone, il cui negoziato sta procedendo nel rispetto delle tempistiche e degli obiettivi che le parti si sono dati) e sui cantieri in corso per assicurare il deployment del piano industriale e il conseguimento degli obiettivi aziendali. La discussione ha riguardato altresi” l”avanzamento dei contatti con Open Fiber e le prospettive di sviluppo della rete. Da ultimo, e” stato fornito un update sulle trattative per la valorizzazione di Persidera, che la societa” conferma essere fra i propri obiettivi per l”esercizio. A richiesta degli interessati, il Board ha rivalutato l”indipendenza dei Consiglieri Roscini e Sabelli, in relazione al rapporto di lavoro che con Tim intrattengono i rispettivi fratelli, confermandola a maggioranza, con un”astensione e un voto contrario. La riunione e” stata altresi” l”occasione per considerare la valutazione effettuata dal Collegio Sindacale, secondo cui il socio Elliott Capital Advisors L.P. eserciterebbe un”influenza notevole sulla societa”. Il Consiglio di amministrazione, anche sulla scorta dell”istruttoria svolta dal Comitato parti correlate, non ha condiviso, a maggioranza e con tre astensioni, tale conclusione non ritenendo riscontrati gli estremi previsti dalla normativa. Come da calendario, il Consiglio di Tim tornera” a riunirsi il 20 maggio prossimo, per l”esame dei risultati del 1* trimestre dell”esercizio.Il colosso italiano delle telecomunicazioni ha reso noto che a partire dal 17 giugno Giovanni Ronca entrera’ a far parte della prima linea del gruppo, a diretto riporto dell’Ad Luigi Gubitosi, sostituendo Piergiorgio Peluso nel ruolo di Chief Financial Officer. 
Piergiorgio Peluso continuera’ ad operare occupandosi della gestione dei progetti strategici e delle operazioni straordinarie di gruppo, riferendo direttamente all’Amministratore Delegato.

UNICREDIT

Unicredit  si prepara a una “potenziale futura” uscita di FinecoBank dal gruppo attraverso un piano che renderà la banca multicanale pienamente indipendente dal punto di vista operativo e che permetterà alla banca di “cogliere qualsiasi opportunità di mercato, anche nel breve termine, in relazione alla sua quota” in FinecoBank, pari al 35% del capitale.Lo dice una nota congiunta in cui si sottolinea che Fineco, che oggi beneficia di “sinergie limtate” con il resto del gruppo Unicredit, non subirebbe nessun impatto significativo sul profilo di capitale e liquidità, né sulla sua redditività, né ci sarebbero implicazioni sul suo modello di business.Secondo il Sole24Ore Unicredit studia la vendita del 10-15% di FinecoBank. La banca non commenta l’indiscrezione.I cda di UniCredit e Fineco hanno approvato una serie di azioni e procedure da realizzare al fine di assicurare a Fineco di poter operare come societa’ pienamente indipendente dal punto di vista regolamentare, di liquidita’ ed operativo, anche nel caso di potenziale futura uscita dal gruppo UniCredit. 
Nella nota congiunta diramata dalle due societa’ si legge che ‘ Fineco beneficia di limitate sinergie con il resto del gruppo UniCredit. In caso di completa indipendenza, Fineco sarebbe in grado di concentrarsi pienamente sul proprio sviluppo strategico e sulle proprie prospettive di crescita autonoma. 
Il tutto non avrebbe implicazioni sul modello di business di Fineco ne’ sui clienti e, inoltre, non comporterebbe nessun impatto significativo sul suo solido profilo di capitale e liquidita’, ne’ sulla sua redditivita’. 
Le azioni concordate consentirebbero a UniCredit di cogliere qualsiasi opportunita’ di mercato, anche nel breve termine, in relazione alla sua quota in Fineco. 

STM

STMicroelectronics e Air Liquide intendono avviare un’ iniziativa di collaborazione diretta ad accelerare lo sviluppo di soluzioni digitali per applicazioni industriali. Attraverso questa iniziativa, ST prevede di supportare Air Liquide nella sua trasformazione digitale fornendo all’ azienda orientamenti e soluzioni, mentre Air Liquide prevede di lavorare insieme a ST allo sviluppo di tecnologie e soluzioni per applicazioni industriali. Questa collaborazione ampliera’ la relazione consolidata che le due aziende hanno instaurato negli ultimi decenni. 
Nell’ ambito di questa collaborazione, le parti si propongono di identificare le situazioni in cui le tecnologie di ST possano costituire una risposta ottimale a esigenze di natura industriale e logistica, per poi realizzare prototipi delle soluzioni digitali selezionate e testarle negli ambienti operativi di Air Liquide. Creando un terreno fertile di scambio tra esperti e adottando un approccio collaborativo, Air Liquide e ST intendono accelerare l’ innovazione digitale in diversi casi applicativi industriali. Le parti hanno gia’ identificato un insieme di progetti e idee in aree come il monitoraggio e l‘asset tracking, la manutenzione predittiva e la sicurezza informatica delle attivita’ industriali. 
Questa collaborazione ampliera’ la relazione consolidata e di fiducia che Air Liquide e ST hanno instaurato negli ultimi decenni. Air Liquide fornisce gas, materiali e attrezzature ai siti di produzione di ST ubicati in Francia, Italia, Malta, Marocco, Filippine e Singapore.

AUTOGRILL

Sono arrivate buone notizie dalla ristorazione Usa. Infatti a marzo l’indice che registra la performance dell’associazione nazionale dei ristoranti Usa (Rpi) ha registrato un incremento a 101,9 rispetto a 101 di febbraio scorso. Mentre l’indice sulla situazione attuale (Current situation index) è salito sempre a marzo a 101,8 da 100,3 di febbraio.Marzo ha segnato, quindi, una svolta dopo tre mesi consecutivi in cui l’indice Current situation registrava un arretramento. Anche l’indice sulle aspettative (Expectation index), che misura le attese degli operatori su una prospettiva di sei mesi, è salito a 102,1 contro i 101,8 di febbraio. In questo caso marzo ha segnato il quarto mese consecutivo di progresso per l’indice sulle aspettative.

ESSILOR LUX

– EssiloLuxottica chiude il primo trimestre con ricavi per 4,21 miliardi di euro, in crescita del 7,5% a cambi correnti e del 3,7% a cambi costanti, e conferma gli obiettivi finanziari per il 2019 grazie anche ad attese di una “crescita organica sostenuta”.Confermate le sinergie di ricavi e costi tra i 420 e i 600 milioni come impatto annuo sull’utile operativo “entro i prossimi 3-5 anni” dopo che il Comitato di integrazione ha avviato il processo di integrazione tra Essilor e Luxottica, dice una nota.La crescita su base omogenea nel trimestre è pari al 3,3%.La divisione Lenses & Optical Instruments di Essilor ha registrato un incremento del 7,8%, quella Retail di Luxottica del 10,7%, mentre sul fronte geografico il gruppo è cresciuto dell’1,2% in Nord America a cambi costanti (+9,1% a cambi correnti) e del 5,3% in Europa (+3,9% a cambi correnti).

ACEA

Il Cda della multiutility romana ha autorizzato l’emissione a valere sul proprio Programma EMTN (Euro Medium Term Notes), di uno o piu’ prestiti obbligazionari, non subordinati, per un controvalore complessivo massimo di 500 milioni, da collocare presso investitori istituzionali italiani e esteri, con esclusione degli Stati Uniti, e da quotare presso la Borsa di Lussemburgo, entro il 31 dicembre 2019

RISANAMENTO

329mila euro (-1,2% a/a) e un incremento del valore della produzione a 586mila euro (+19,8% a/a). 
A livello di gestione operativa, l’Ebitda mostra un deficit di 3,6 milioni (-4,4% a/a) e un Ebit di 4 milioni (-3,7%). 
Il conto economico si e’ chiuso con una perdita netta di competenza del gruppo di 5 milioni circa, in miglioramento del 20,7% su base annua rispetto al rosso di 6,3 milioni registrato nei primi tre mesi del 2018. 

FINECO

FinecoBank Banca Fineco SpA 
UTILE NETTO TRIM1 ADJUSTED A 62,6 MILIONI (+6,1%), RICAVI ADJUSTED +1,8% A 158,2 MILIONI COST/INCOME RATIO, SEMPRE RETTIFICATO PER LE POSTE NON RICORRENTI, STABILE AL 41,3%.Foti, risultati 1′ trim confermano solidita’ modello business

ILIAD

Iliad  e Cellnex comunicano in due note distinte, la prima del gruppo francese e la seconda congiunta, di aver siglato un’intesa strategica industriale che ha per oggetto le attività delle infrastrutture delle tlc mobili in Francia e Italia.In particolare, in Italia il gruppo francese ha concluso un accordo per la cessione del 100% della società Iliad Italia TowerCo, che gestisce le torri e riguarda circa 2.200 siti.La transazione valorizza la società oggetto di cessione a 600 milioni e dovrebbe chiudersi nel quarto trimestre.Per quanto riguarda il mercato italiano, Iliad punta a generare ricavi pari a 1,5 miliardi di euro nel lungo termine e a raggiungere un pareggio a livello di Ebitda con una quota di mercato inferiore a 10%.Sull’esercizio 2019, l’impatto negativo dell’Italia sarà superiore a quello del 2018.

ICF GROUP

ICF Group ha annunciato l’avvio del piano di acquisto e vendita di azioni proprie fino a un massimo del 10% del capitale sociale, con termine entro il 30 ottobre 2020. 
L’obiettivo del piano e’ la costituzione di un magazzino titoli, al fine di utilizzare le azioni in ambito di operazioni connesse alla gestione caratteristica qualora si concretizzi l’opportunita’ di scambi azionari all’interno di operazioni di M&A, partnership, operazioni di finanza straordinaria e implementazioni di progetti industriali. 

Health Italia

ha recentemente sottoscritto un accordo con BAPR – Banca Agricola Popolare di Ragusa che garantisce l’ accesso ad una copertura sanitaria integrativa per tutti i soci della banca, con cinque piani sanitari, erogati da Mutua MBA, di cui la societa’ stessa e’ partner e socio coordinatore. 
Un accordo triennale che prevede, per i soci di BAPR, quattro differenti tipologie di piani sanitari a cui poter aderire con tariffe convenzionate e che dara’ accesso ai servizi della Centrale Salute gestita dalla controllata Coopsalute e a una serie di servizi agevolati. 
Roberto Anzanello, presidente di Health Italia, ha dichiarato: “Lo sviluppo di un sistema articolato ed integrato per la promozione dei sussidi mutualistici tramite gli sportelli bancari, realizzato tramite il nostro innovativo modello di business, consente di personalizzare i prodotti ed i servizi forniti in funzione delle esigenze specifiche di ogni istituto bancario garantendo soluzioni dedicate in una logica di efficienza finalizzata allo sviluppo commerciale della sanita’ integrativa ed all’ erogazione di servizi sanitari personalizzati per soci e clienti degli istituti bancari.”

GIGLIO GROUP

La società ha costituito una nuova divisione dedicata esclusivamente al digitale, Ibox Creative. Si tratta di un’agenzia di comunicazione interna al gruppo, che svilupperà le strategie interne, ma sarà anche messa a disposizione dei clienti.All’interno della divisione lavorerà un team di professionisti. Ibox Creative si occuperà di moda, design e gioielli. Come afferma Alessandro Santamaria, Managing Director Digital & Strategy di Giglio Group, la divisione si inquadra nel percorso di specializzazione messo in moto da Giglio, e volto a fornire ai clienti un servizio altamente specializzato.

Comments are closed.