Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Banca Popolare di Sondrio S.C.p.A: analisi tecnica.

A

 04/02/2019pasqualeferraro  

Il titolo bancario è stato protagonista di un forte ribasso negli ultimi 4 mesi che ha permesso ai corsi di passare da 3.72 a 2.23 euro. Il rischio che la discesa non sia ancora terminata non è basso e ciò sarà confermato con l’eventuale rottura (in chiusura di seduta) del successivo supporto a 2.28 euro; ciò potrebbe permettere ai corsi di raggiungere il successivo target a 2.23 euro (2° target area 2.145 euro). Per interrompere la recente impasse è necessaria una prova di forza da parte del titolo con conseguente superamento (in chiusura) del primo ostacolo a 2.42 euro. Probabile in tal caso un allungo con obiettivi a 2.55 e 2.69 euro.

IL 20 novembre scorso l Banca Popolare di Sondrio ha reso noto che l’agenzia Dagong Europe – affiliata alla casamadre cinese “Dagong Global Credit Rating” – ha confermato i rating di Long-Term Credit Rating a “BBB“, di Short-Term Credit Rating ad “A-3” e outlook “stable”. 

Ratios patrimoniali, inclusivi di quota parte di utile del periodo, largamente superiori ai requisiti normativi: 

– CET1 Ratio phased in dall’11,60% all’11,71%; fully phased all’11,59%. – Total Capital Ratio phased in dal 13,66% al 13,42%; fully phased al 13,27%. Il Texas ratio, rapporto tra il totale dei crediti deteriorati netti e il patrimonio netto tangibile, migliora ulteriormente, al 76,63% dal 77,99%. – Leverage Ratio phased in al 5,62%; fully phased al 5,56%. 

Indicatori tecnici (sett.):

RSI(14)Vendere
STOCH (9,6)Neutrale
STOCHRSI (14)Ipervenduto
MACD(12,26)Vendere
ATR(14)meno volatilità
CCI(14)Ipervenduto
ADX(14)Vendere
ROCVendere
UOVendere

Williams R: ipervenduto.

Medie mobili esponenziali

il prezzo è collocato al di sotto di Ema20, quest’ultima è inferiore a Ema50; entrambe sono inferiori alla media mobile di periodo 200 (SMA). Secondo questa teoria è in atto l’orientamento più ribassista possibile. 

Bande di Bollinger (vedi grafico): i trader colgono dei segnali di acquisto quando il prezzo tocca la banda inferiore, o si allunga per breve periodo al di fuori di essa, colgono invece dei segnali di vendita quando il prezzo tocca la banda di Bollinger superiore, o si allunga per breve tempo al di fuori di essa (questo ind. Funziona meglio durante una fase di contrazione del range).

Punti di Pivot (gg):

NomeS3S2S1Punti di PivotR1R2R3
Classico2,1022,1912,2602,3492,4182,5072,576
Fibonacci2,1912,2512,2892,3492,4092,4472,507

Beta: 1.18

Ratio Prezzo/Utile: 8.18

Eps: 0.28

Range 52 settimane: 2.226 – 4.03 euro.

Dividendi:

Anno rif. bil.Valore
2016/2017-20180,060 / 0,070 euro
20150,070
20140,060
2013/20120,050/0,030
PERFORMANCE%
Ytd  -12.6
1 Mese  -15.4
6 Mesi  -37.1
1 Anno  -28.1
3 Anni  -28.5
5 Anni  -44

Rating e target price:

NomeDataRatingTarget Price
Equita sim25/10/2017Hold3.50

Prevedibile evoluzione: il quadro congiunturale, nonostante l’interruzione nella tendenza espansiva fatta segnare nel corso del terzo trimestre, con il conseguente abbassamento del tasso di crescita tendenziale del Pil calcolato per il nostro Paese, resta impostato positivamente. D’altro canto, la situazione di incertezza venutasi a creare sui mercati nel corso del secondo trimestre, a oggi non ancora riassorbita, rende più incerte le prospettive di redditività di breve termine per tutti gli operatori di Sistema. Per quanto riguarda il nostro Gruppo Bancario, ci attendiamo che il corrente esercizio si possa comunque concludere positivamente, soprattutto grazie alla buona resilienza fin qui dimostrata dal risultato conseguito dall’attività bancaria caratteristica, vale a dire margine di interesse e commissioni nette da servizi. Ciò, ovviamente, fatte salve ulteriori recrudescenze, al momento non prevedibili, che potrebbero interessare i mercati finanziari e, di conseguenza, il risultato dell’attività in titoli.

Comments are closed.