Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 15 GENNAIO

JUVENTUS

Kepler Cheuvreux ha avviato la copertura sul titolo della Juventus con rating hold e prezzo obiettivo a 1,3 euro. In un report dal titolo “Valore di lungo termine” gli analisti evidenziano come la societa” sia impegnata in un piano di lungo periodo per aumentare la diffusione del marchio mantenendo l”elevata competitivita”. La strategia richiede costi e investimenti impegnativi (ad esempio per Cristiano Ronaldo), ma sta “sostenendo una crescita strutturale dei ricavi” che per Kepler Cheuvreux continuera”. Gli analisti stimano infatti per i prossimi anni che i ricavi core del gruppo possano crescere del 30% “una volta che le attuali performance atletiche, la rilevanza nei social media e il valore della squadra saranno riflessi nei suoi fondamentali”. Questo, aggiunge comunque Kepler Cheuvreux, “avverra” gradatamente e dovra” essere applicata una stretta disciplina su costi e spese di investimento (ci aspettiamo il punto di pareggio solo nel 2023)”.

BANCA IFIS

Equita Sim ha alzato il prezzo obiettivo su B.Ifis da 16 a 17,7 euro, confermando la raccomandazione buy. Gli analisti citano i “target del piano migliori delle attese su utile e dividendo”. Il piano, aggiunge Equita, “mostra chiaramente il focus sulla semplificazione del gruppo, sull`ottimizzazione nell`allocazione di capitale, sul contenimento dei costi operativi e sulla riduzione del profilo di rischio. Confermato focus sugli Npl, con acquisizioni nei prossimi 3 anni per 8,5 mld, livello che ci sembra ragionevole”. Gli esperti hanno migliorato le stime di Eps rettificato in media del 6% sul 2019-2022. “Pensiamo che il piano dia una maggiore visibilita” sulla sostenibilita” della crescita, sulla semplificazione del gruppo e sulla riduzione del profilo di rischio. La politica del dividendo mostra inoltre fiducia sulla posizione di capitale. Tutti questi elementi non sono a nostro avviso pienamente scontati nelle valutazioni attuali”, conclude Equita.

UBI BANCA

-Banca Imi conferma la raccomandazione add e il prezzo obiettivo a 3,9 euro su Ubi B. . L”accordo siglato con i sindacati annunciato ieri “e” parte delle efficienze e delle sinergie previste dal piano industriale di Ubi B.”, evidenziano gli analisti, che ribadiscono la loro “visione positiva sul titolo”.

ATLANTIA

“I rating sul gruppo Atlantia in questo momento sono tutti sotto credit watch negativo, bisognera” vedere quali sono gli sviluppi su due lati”. Il primo e” “la revoca delle concessioni, ovvero cosa decidera” il governo. E poi bisognera” vedere gli sviluppi sul lato della liquidita”. Sono questi i due fattori che teniamo in considerazione per eventuali future azioni”. Lo ha detto Renato Panichi, senior director corporate ratings di S&P Global Ratings, parlando alla conferenza stampa annuale dell”agenzia di rating, sottolineando come “la cosa piu” importante e” cosa succedera” in caso di revoca delle concessioni, perche” con il decreto Milleproroghe, essendo cambiata la normativa, questo puo” porre un rischio di liquidita””. Infatti, continua Panichi, “la pressione sul rating e” dovuta sia alla riduzione dell”ammontare dell”indennizzo sia alla sua tempistica, perche” con il quadro precedente l”indennizzo veniva ricevuto immediatamente all”atto della revoca”, mentre quello che viene detto al momento e” che il pagamento dell”indennizzo non e” necessariamente sincronizzato”. Inoltre, prosegue Panichi, “bisogna vedere l”atteggiamento dei finanziatori sia dei bondholder sia delle banche. Gia” adesso alcuni di questi hanno facolta” di accelerare i rimborsi”. Infine, a proposito di potenziali cessioni di asset, Panichi afferma che “qualunque fonte di liquidita” in questo momento puo” aiutare il gruppo

NEXI

Barclays ha alzato il prezzo obiettivo su Nexi da 10,7 a 14 euro, confermando la raccomandazione overweight. L”accordo con Intesa Sanpaolo (-0,55% a 2,334 euro) appena prima di Natale “ha rafforzato la nostra convinzione sull”investment case di Nexi”, spiegano gli analisti. In generale, Barclays “parla di una rotta di viaggio incoraggiante” e ritiene che questo dovrebbe aumentare l”attenzione degli investitori su Nexi. La stima di Eps 2021 sale di circa il 22%.

POSTE

-Goldman Sachs ha alzato il prezzo obiettivo su Poste I.  da 13 a 13,5 euro, confermando la raccomandazione buy. Gli analisti vedono “spazio per una crescita nel business dei pagamenti” ed evidenziano “la forte esecuzione da parte del management negli ultimi anni”. Poste I., aggiunge GS, “probabilmente presentera” un aggiornamento del piano industriale nella prima meta” dell”anno e ci aspettiamo un maggior focus degli investitori sulla divisione in rapida crescita dei Pagamenti e del digitale, che dovrebbe contribuire a un re-rating del titolo”.

FERRAGAMO

Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo su S.Ferragamo  da 17 a 18 euro, livello che resta al di sotto degli attuali prezzi di Borsa del titolo. La raccomandazione e” confermata a hold. Le stime di Eps vengono abbassate del 9,6% sul 2019 e dell”8,3% sul 2020 per tener conto di diverse ipotesi sull”Ifrs16 e sulle tasse. Il target price sale perche” la valutazione viene spostata al 2020. In generale, per Ferragamo “i lavori in corso continuano”, sottolineano gli analisti.

GUALA CLOSURES

Mediobanca ha avviato la copertura sul titolo con giudizio ‘neutral’ e target price a 7,50 euro, sostanzialmente in linea al prezzo di chiusura di ieri di 7,48 euro.
Nel complesso, le raccomandazioni degli analisti su Guala Closures raccolte da Bloomberg si dividono in 2 ‘buy’ , 3 ‘hold’ e 0 ‘sell’ , con un target price medio a dodici mesi di 8,35 euro pari a un potenziale upside di circa il 12% rispetto alle quotazioni attuali.
Poco mosso stamane il titolo a Piazza Affari, segnando un ribasso dello 0,5% a 7,44 euro rispetto al +0,3% del Ftse Italia Star. Le azioni Guala Closures si mantengono sui massimi da oltre un anno, dopo aver guadagnato negli ultimi dodici mesi circa il 27 per cento.
I prezzi attuali restano comunque inferiori di circa il 25% rispetto al prezzo di collocamento di 10 euro con cui le azioni del gruppo sono sbarcate a Piazza Affari nel dicembre 2017.

DIGITAL BROS

-Banca Akros aumenta il prezzo obiettivo da 9,50 a 14 euro, confermando la raccomandazione neutral, su Digital B.(-1,03% a 13,40 euro). La societa” ha sottoscritto un accordo con l”azienda sudcoreana Smilegate Holdings riguardante le attivita” detenute da quest”ultima in Starbreeze AB. Digital Bros ha sottoscritto un”opzione call per l”acquisto del prestito obbligazionario convertibile di 215 mln SEK (20,4 mln euro) ad un prezzo di 17 mln euro, e un”opzione sul credito, del valore di circa 13,8 mln euro, detenuto da Smilegate Holdings in Starbreeze AB. Digital Bros ha poi la possibilita” acquistare tutti gli asset detenuti da Smilegate Holdings in Starbreeze AB , dal valore nominale di circa 35,8 mln euro, al prezzo di 19,2 milioni di euro. Secondo gli analisti, “l”operazione e” mirata a proteggere gli investimenti nel franchise Payday” e la societa” si sta muovendo piu” sul fronte dello sviluppo. Akros sta aggiornando le stime per tener conto delle ultime mosse del gruppo e sottolinea come ora “il mercato chiaramente stia valutando l”azienda piu” in linea con gli sviluppatori che con i publisher”.

BANCA GENERALI

Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 29 euro su B.Generali . Gli analisti evidenziano come la raccolta 2019 abbia “leggermente superato” le loro stime e si posizioni al di sopra della guidance. Le previsioni di Eps salgono del 7,9% per il 2019.

Equita Sim conferma la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 28,4 euro su B.Generali. La raccolta netta a dicembre e” stata “sopra le attese” degli analisti, che citano anche il “buon mix” del dato.

Comments are closed.