Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 16 MAGGIO

GENERALI

Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 17,5 euro su Generali Ass. I conti trimestrali hanno evidenziato un operating profit del 5% superiore al consenso, mentre il Solvency e” stato sotto le attese, notano gli analisti

Banca Akros ha alzato il rating su Generali Ass. da neutral ad accumulate, con prezzo obiettivo che passa da 17 a 18,5 euro. I conti trimestrali sono stati “migliori delle attese” degli analisti, che citano in particolare “il forte utile operativo”. Per Akros “la nuova strategia di Generali e” sulla buona strada e l”attuale rendimento del dividendo e” interessante. La posizione di capitale e” sicura, anche in caso lo spread italiano dovesse salire ulteriormente”. Le stime 2019-2021 vengono migliorate in media dell”8% circa. Generali -1,27% a 16,775 euro in un contesto contrastato per i finanziari. 

FCA

Moody’s ha alzato da Ba2 a Ba1 il rating corporate di Fca, e da Ba3 a Ba2 quello dei bond emessi o garantiti dalla società. L’outlook è stabile. Moody’s spiega che la revisione al rialzo del rating è legata “ai miglioramenti conseguiti da Fca ed all’attesa che la società riesca a mantenerli anche in un contesto di indebolimento della domanda”.  Tutto il settore Automotive europeo ieri ha invertito la tendenza ribassista, chiudendo con un progresso del 2%. Il presidente statunitense Donald Trump dovrebbe far slittare la decisione sui dazi per le importazioni di auto e componenti fino a sei mesi, secondo quanto riferito da funzionari dell’amministrazione Usa. L’annuncio formale è atteso entro sabato, hanno aggiunto i funzionari.  Infine, il fondo Usa Tiger Global Management ha incrementato dell’8,9% il numero di azioni possedute nel gruppo automobilistico a quota 88,3 milioni.

Equita Sim conferma la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 15,8 euro su Fca (-0,72% a 13,004 euro). Ieri, ricordano gli esperti, “Moody”s ha alzato il rating di Fiat Chrysler da Ba2 a Ba1, con outlook passato da positivo a stabile. La decisione riflette il miglioramento del profilo di credito di Fca e l”aspettativa di Moody”s che la societa” possa confermare le proprie metriche di credito anche in condizioni di mercato piu” sfidanti e considerando il possibile l”aumento dei costi relativi ai requisiti sulle emissioni. Moody”s ha riconosciuto la capacita” di Fca di ridurre drasticamente il debito, sceso da 40 mld del 2014 a circa 20 mld di fine 2018. La notizia era sostanzialmente attesa, considerando la finalizzazione della cessione di Magneti Marelli a Calsonic Kansei per circa 5,8 mld. Al momento sia Moody”s che S&P (rating BB+) considerano Fca sub investment, mentre dallo scorso novembre Fitch ha alzato il rating a BBB- ed e” quindi l”unica agenzia di rating a considerare Fca investment grade”.

SNAM

 Societe Generale – che sul titolo ha un rating hold e un target price a 4,4 euro – ha alzato le stime Eps 2019 dello 0,2% dopo la pubblicazione dei conti “buoni” del primo trimestre 2019. Per il 2020-2021 SG ha invece limitato le proprie previsioni di Eps rispettivamente dello 0,2% e dello 0,4%. 

PIRELLI

Banca Imi ha ridotto il prezzo obiettivo su Pirelli da 7,5 a 7,1 euro, confermando la raccomandazione buy. “Continuiamo a ritenere che il modello di business di Pirelli sia uno dei piu” resilienti nel settore e, pur abbassando il nostro target price per tener conto del recente de-rating dei multipli del comparto, confermiamo la visione positiva sul titolo”, spiega Imi.

PORTALE SARDEGNA

Integrae Sim ha avviato la copertura su Portale Sardegna con raccomandazione Buy e target price a 4,41 euro, cui corrisponde un upside potenziale del 34,5% rispetto all’ultimo prezzo di chiusura di 3,28 euro. 
L’analista sottolinea la bonta’ dei conti 2018 che avevano evidenziato un valore della produzione e’ stato pari a 11 milioni, che si confronta con i 5,8 milioni contabilizzati dalla capogruppo nel 2017, e un Gross Travel Value salito a 12,5 milioni. 
Per il periodo 2019 – 2021 Integrae Sim si attende per Portale Sardegna vendite a 15,4 milioni nel 2022, con un Cagr del 9,28 per cento. 
Inoltre stima una considerevole crescita dell’ Ebitda, che da 0,654 milioni del FY18 dovrebbe arrivare a 1,93 milioni nel FY22E (Ebitda margin nel FY18A pari a 5,9% e 12,5% nel FY22E). 
Tutto cio’ in considerazione, riporta l’analista, “delle numerose iniziative gia’ intraprese ad alta scalabilita’, al fine di intensificare l’ offerta turistica e allungare la stagione in 
particolare della regione Sardegna”, aggiungendo infatti che “il 2019 e il 2020 potranno 
essere per il gruppo due anni in cui le numerose iniziative lanciate possano manifestare il loro contributo in termini di volume e di redditivita’”. 
Inoltre, sottolinea che “le sinergie, le economie di scala e le relative riduzioni di costi attese 
troveranno manifestazione a partire dall’ esercizio FY19, per continuare nel corso del 
2020 con la completa integrazione IT di tutti i portali delle societa’”.

A2A

-Equita Sim ha alzato il giudizio a buy da hold su A2A inserendo il titolo nel portafoglio raccomandato principale con un peso di 300 punti base. Il prezzo obiettivo sale a 1,74 euro da 1,7. I risultati del primo trimestre 2019 sono stati “migliori delle attese”, grazie all`area market e ai “migliori” margini nel retail energy, nonostante l”inverno mite, spiegano gli analisti. Il primo trimestre ha aumentato la visibilita” sulle attese per l”intero anno e l”Ebitda 2020 e” atteso a +7% grazie al Waste e sono viste in futuro operazioni M&A, che potrebbero assicurare ulteriore crescita, aggiungono gli esperti. Infine, Equita ricorda che il titolo ha perso il 4% da inizio anno contro il +18% del settore. 

Erg

Kepler Cheuvreux alza rating a buy

Stamattina Kepler-Cheuvreux ha promosso il giudizio a Buy da Hold. Target price 18 euro.
Nel primo trimestre 2019 i ricavi sono pari a 296 milioni, in aumento rispetto al primo trimestre 2018 (284 milioni) principalmente a seguito dell’aumento della produzione dell’eolico sia in Italia che all’estero oltre che del solare, anche a seguito dell’ampliamento del portafoglio di asset gestiti, e del termoelettrico, in parte compensati da minori volumi nell’idroelettrico.Il margine operativo lordo adjusted si attesta a 164 milioni, in leggero aumento rispetto ai 162 milioni registrati nel primo trimestre 2018.

SCM SIM

EnVent ha rivisto al rialzo la raccomandazione sul titolo Scm Sim da ‘neutral’ ad ‘outperform’ , con target price portato da 8,92 euro a 6,74 euro, che rispetto al prezzo di chiusura di ieri (4,74 euro) incorpora un potenziale upside del 42 per cento. 
Dopo che a fine 2018 gli asset under control erano scesi a 846 milioni, impattati dalla performance negativa dei mercati, nel primo trimestre 2019 si e’ registrata un’ inversione di tendenza, con una crescita del 5% a 886 milioni, che dovrebbe proseguire nei prossimi trimestri. Secondo le stime di Envent, a fine 2019 dovrebbero raggiungere 980 milioni. 
La crescita delle masse si riflettera’ in una aumento delle commissioni che, accompagnato dalla razionalizzazione gia’ avviata a partire da fine 2018 e i cui primi effetti si sono gia’ visti nel primo trimestre 2019 (-16% di costi a/a), consentiranno alla redditivita’ di migliorare progressivamente. 
Lo scorso 30 aprile si e’ inoltre concluso l’aumento di capitale, che ha consentito di raccogliere 0,7 milioni, il 57% dell’importo sottoscrivibile. 
Tra i punti di forza messi in luce da EnVent su Scm Sim vi sono il modello di business unico e gia’ pronto per la Mifid 2, l’indipendenza e l’assenza di conflitti di interesse e l’attrattivita’ della struttura commissionale flat. 
Tra gli elementi su cui prestare attenzione l’esposizione all’Italia, l’andamento dei mercati e le evoluzioni regolamentari.

EXOR

Stamattina Kepler-Cheuvreux ha rafforzato il giudizio Buy alzando il prezzo obiettivo a 67 euro da 65 euro. 
Partner RE, principale controllata di EXOR che opera nella riassicurazione e che rappresenta il 30% circa del NAV, ha riportato i risultati del primo trimestre in forte miglioramento a livello di utile (497 milioni di dollari, rispetto alla perdita di 122 milioni di dollari nello stesso trimestre dell’anno precedente, ed alla perdita di 132 milioni di dollari per l’intero esercizio 2018). 

A BOLOGNA

Mediobanca Securities ha alzato il prezzo obiettivo su A.Bologna () da 12,4 a 13 euro, confermando la raccomandazione neutral. I dati del primo trimestre “forti” e oltre le attese “sostengono il miglioramento della guidance”, spiegano gli analisti. MB ha aumentato le stime di Ebitda ed Eps 2019-2021 in media del 3,1% e del 5,1%. 

DATALOGIC

Banca Akros ha alzato la raccomandazione sul titolo da neutral ad accumulate, con prezzo obiettivo che resta a 25,7 euro. “La guidance 2019 e” stata confermata grazie a un forte trend dei risultati atteso nella seconda meta” dell”anno”, sottolineano gli analisti. 

Comments are closed.