Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rating del 17 luglio

ENEL

Stamattina gli analisti di Moody’s hanno alzato l’outlook sul debito di Enel a positivo da stabile confermando sui bond senior unsecured  a Baa2 / (P) Baa2. Enel conta un totale tra debito e bond pari a 54,4 miliardi di euro con un cde (credit default swap sui debiti a 5 anni che tratta a 66 punti base.
L’outlook positivo riflette i progressi di Enel per quanto riguarda le priorità strategiche. In particolare, tiene conto della recente performance finanziaria e del potenziale di crescita degli utili; l’aumento della diversificazione internazionale con una corrispondente riduzione della percentuale di esposizione all’Italia e un profilo di rischio aziendale in miglioramento come risultato dei continui investimenti in reti e fonti rinnovabili. 
Enel ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un  Ebitda in crescita del 14%

Moody”s ha migliorato l”outlook da stabile a positivo, ricordano gli analisti di Banca Akros, che evidenziano come la decisione segua l”incremento del rating da parte di Fitch di qualche mese fa. Akros stima per Enel una “potenza di fuoco” per eventuale M&A “pari a 10 mld euro”. Giudizio accumulate, prezzo obiettivo a 6,5 euro confermati.

AMPLIFON

Mediobanca Securities conferma rating neutral e Tp di 18 euro su Amplifon in attesa dei conti trimestrali in agenda per il 30 luglio. Gli esperti si attendono una crescita organica dei ricavi del 5,6% e un aumento dell”Ebit ricorrente del 20% a/a. Attesa pure una conferma del positivo outlook sul 2019 da parte del management.

Hera

Kepler Cheuvreux abbassa rating a hold.

Stamattina Kepler ha deciso di tagliare la raccomandazione a Hold da Buy fissando un target price a 3,50 euro. 
Dal 18 marzo scorso il titolo è entrato nell’indice Ftse Mib che raggruppa le principali società italiane prendendo il posto di Brembo

AZIMUT H.

Stamattina Deutsche Bank ha tagliato la raccomandazione a Hold da Buy.  
La società di asset mananagement ha registrato a giugno una raccolta netta positiva per circa 702 milioni. Al netto del consolidamento delle masse della neo-acquisita Rasmala Egypt Asset Management (rinominata Azimut Egypt Asset Management), la raccolta netta positiva risulta di circa 340 milioni, di cui quasi l’85% dall’Italia. Raccolta netta nel primo semestre 2019: 2,7 miliardi (+12% rispetto al primo semestre 2018)
Il consenso aggiornato di Bloomberg registra 7 raccomandaizoni di acquisto su 15, target medio 17,50 euro. 

RAIWAY

-Morgan Stanley ha alzato il prezzo obiettivo su Rai Way da 5,2 a 5,6 euro, confermando la raccomandazione equalweight. Gli analisti evidenziano come il titolo sia salito del 31% circa da inizio anno, sovraperformando il settore europeo grazie al calo dei rendimenti dei titoli di Stato. Rai Way, nota infatti MS, ha una correlazione negativa con tale variabile.

TELECOM

Deutsche Bank ha ridotto il prezzo obiettivo sul titolo da 1 a 0,7 euro, livello che resta ampiamente al di sopra degli attuali prezzi di Borsa dell”azione. La raccomandazione e” dunque confermata a buy. “Il prezzo del titolo ha sovraperformato il settore del 5% quest”anno, ma resta giu” del 45% negli ultimi 3 anni, sottoperformando il comparto del 15%. Ci sono state varie ragioni valide per questa sottoperformance, incluse le dispute tra azionisti, che hanno portato a continui cambi manageriali” e i “lenti progressi nella riduzione del debito. Riconosciamo che Tim ha molto da dimostrare, ma crediamo che tante di queste questioni ora siano passate e che stiamo entrando in una finestra dove le discussioni con Open Fiber potrebbero fungere da catalizzatore positivo”, spiegano gli analisti.

GEOX

Cheuvreux ha ridotto il prezzo obiettivo sul titolo da 1,5 a 1,35 euro, confermando la raccomandazione hold. Gli analisti si aspettano “deboli risultati semestrali”. Di conseguenza, le stime 2019 scendono da 52 a 45 mln euro in termini di Ebitda e da 9 a 3 mln per quanto concerne l”utile netto. Le previsioni di Eps scendono poi del 18% sul 2020 e del 7% sul 2021.

PIAGGIO

–Equita Sim ha alzato il prezzo obiettivo su Piaggio da 2,35 a 2,4 euro, confermando la raccomandazione hold. La societa”, evidenziano gli analisti, ha “siglato con l”Agenzia delle Entrate italiana un accordo preventivo per il regime di tassazione agevolata quinquennale (2015-2019) previsto dal Patent Box. Il beneficio fiscale cumulato per il periodo 2015-2018 ammonta a 6 mln euro, mentre per l”anno 2019 il tax benefit verra” quantificato in sede di redazione del bilancio. Ipotizzando un ammontare annuale costante, stimiamo che il tax benefit per il 2019 possa essere di 1,5 mln. Complessivamente, l”impatto positivo stimato e” dunque di 7,5 mln, che, se integralmente utilizzato nel 2019, comporterebbe un aumento dell”utile netto reported per il solo 2019 del 16%. Impatto trascurabile sulle stime di Eps adjusted. Target +2% a 2,40 euro per considerare il beneficio di cassa derivante dal Patent Box”, commenta Equita.

ASCOPIAVE

Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo su Ascopiavev da 3,8 a 4,5 euro, confermando la raccomandazione buy. “Dopo l”operazione con Hera, che dovrebbe chiudersi entro fine anno, Ascopiave diventera” un”utility pienamente regolata focalizzata sulla distribuzione del gas”, sottolineano gli analisti. Le stime di Eps vengono alzate dell”1,5% sul 2019 e del 2,4% sul 2020. 

ALKEMY

 Banca Imi – che sul titolo ha un giudizio buy e un prezzo obiettivo a 14,8 euro – ricorda che ieri la societa” ha annunciato l”ingresso nel capitale sociale di Design Group Italia. L”operazione prevede una partecipazione iniziale del 20% per arrivare, nell”arco di 4 anni, all”acquisizione del 100% del capitale sociale. Questa operazione “e” in linea con la strategia e la guidance del gruppo sulla crescita esterna”, commentano gli esperti. L”accordo dovrebbe consentire ad Alkemy di “estendere le sue competenze e la sua offerta oltre i confini dei servizi digitali, ridefinendo, un nuovo spazio competitivo all”interno del quale puo” operare e portare avanti i suoi piani di crescita”, conclude Imi. 

Comments are closed.