Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rating del 19 Maggio

TELECOM

Mediobanca Securities conferma rating outperform e tp di 0,68 euro per azione su Tim dopo conti che hanno evidenziato una crescita organica della generazione di cassa migliore del previsto. Come da attese invece i ricavi domestici e viene giudicato “interessante” l”aggiornamento sulle azioni inorganiche, che da” un impatto visibile sulla riduzione del debito. Tim, concludono gli analisti, e” un ”buon nome per navigare in acque tempestose”; offre un rendimento sul free cash flow del 19%, un rendimento sulle azioni ordinarie del 3% e del 7% sulle risparmio. Il business domestico, proseguono da MB, tratta a un multiplo implicito Ev/Ebitda di 3, a sconto del 40% rispetto ai peer europei.

Banca Imi conferma rating buy e tp di 0,62 euro per azione su Tim. Secondo gli esperti i dati del primo trimestre sono stati inferiori alle attese in termini di redditivita” e in linea a livello di debito netto adjusted. Incoraggiante il deleverage. Gli esperti concludono segnalando che un deal sulla linea Fissa resta il “game-changer

Tim finisce sotto la lente degli analisti dopo la pubblicazioni dei conti trimestrali, deboli in termini di ricavi e Ebitda domestici, ma migliori del previsto a livello di debito netto e generazione di cassa. A detta di Equita Sim i numeri del gruppo telefonico sono proprio sotto le attese come ricavi domestici, in particolare nel fisso, ma migliori a livello di Free Cash Flow. Alcuni segnali di miglioramento, evidenziano gli esperti, emergono da aprile e maggio sia nel fisso che nel mobile. Inoltre, prosegue il deleverage inorganico. Rating buy e tp di 0,47 euro confermati.

Da Jefferies segnalano invece che i ricavi e l”Ebitda di Tim si sono rivelati inferiori al consensus rispettivamente del 2,1% e dello 0,4%. Il debito, invece, e” stato migliore del consensus del 2,5% grazie ai nuovi controlli sul capitale circolante e (secondo gli analisti) alla minore attivita” commerciale durante il lockdown. In termini domestici, i ricavi e l”Ebitda sono stati inferiori dell”1,7% e dell”1,3% rispetto al consensus. Anche in questo caso il rating viene confermato a buy.

 

DATALOGIC

Banca Imi riduce il prezzo obiettivo di Datalogic  da 15 a 13,9 euro, confermando il rating buy. Il 2020 “dovrebbe essere un anno difficile”, commentano gli analisti, che stimano ricavi a -13% a/a. Tuttavia, l”azienda sta investendo in ricerca e sviluppo per migliorare il posizionamento competitivo, in particolare nel settore mobile, spiegano gli esperti. Il management e” fiducioso che, una volta allentata l”attuale emergenza, i solidi fondamentali economici e finanziari dovrebbero riportare il gruppo a crescere nel medio termine.
ALKEMY

Banca Imi abbassa il prezzo obiettivo di Alkemy da 11 a 9,7 euro, confermando il rating buy. Il gruppo e” “resiliente ma probabilmente non immune al difficile contesto di mercato attuale”, commentano gli analisti, ricordando che il management intraprendera” alcune azioni per limitare i costi. Nello scenario post-lockdown, la societa” prevede un”accelerazione degli investimenti, mostrando “una grande opportunita” di crescita per il gruppo nel medio termine”, concludono gli esperti.

ERG

-Banca Imi riduce il prezzo obiettivo di Erg  da 22,3 a 22 euro, ribadendo la raccomandazione buy. I risultati del primo trimestre 2020 “sono stati colpiti dal deterioramento dei prezzi della produzione dell”energia a causa dell”impatto del Covid-19 e dai minori volumi di energia eolica in Italia”, commentano gli analisti. Gli esperti prevedono “una dimanica degli utili piu” positiva” nel 2021, guidata da una possibile normalizzazione dello scenario dei prezzi dell”energia in Italia e un valore piu” elevato degli incentivi.

PIAGGIO

Banca Akros ha alzato il rating su Piaggio  da accumlate a buy, con prezzo obiettivo a 2,5 euro. Il titolo, ricorda Akros, ha perso il 9% circa dopo uno storno dai conti pubblicati il 30 aprile e il potenziale di rialzo rispetto al prezzo obiettivo e” ora di circa il 28%. Per gli analisti “in un mondo post Covid-19 Piaggio puo” beneficiare delle misure di distanziamento sociale: le persone probabilmente useranno meno i mezzi pubblici e preferiranno i veicoli individuali nei loro spostamenti quotidiani. Sembra che i dati di vendita in Paesi come la Germania stiano andando bene/molto bene; la societa” ha riavviato la scorsa settimana le attivita” in India e l”impatto sulle attivita” nell”Estremo Oriente e” stato limitato anche durante le settimane piu” difficili della pandemia”.

INTESA

P Morgan Punta su Banca Intesa Sanpaolo a piazza Affari. Secondo le comunicazioni Consob, la partecipazione potenziale di JP Morgan in Ca’ de Sass e’ salita al 7,342%. L’ operazione risale al 12 maggio e si tratta di una partecipazione detenuta tramite due controllate.
Nel dettaglio, il 2,524% e’ rappresentato da azioni con diritto di voto, mentre il 3,994% e’ relativo a posizioni lunghe con regolamento fisico e lo 0,824% a posizioni lunghe con regolamento in contanti. Il 27 aprile in assemblea era emerso che JP Morgan Chase aveva lo 2,025%.

GEL

Integrae Sim conferma rating buy su Gel con tp di 2,17 euro per azione dopo la pubblicazione del dato di fatturato, in crescita, nel primo trimestre. Gli esperti segnalano che l”incremento e” particolarmente significativo alla luce soprattutto della pandemia da COVID-19, perche” dimostra la velocita” di reazione dell”intera struttura di fronte ad eventi del tutto straordinari. Oltre alla spinta delle vendite estere di fronte ad un calo atteso nella domanda in Italia, gli analisti ricordano anche l”accordo con Fervi per la fornitura di 10 referenze che la stessa Fervi distribuira” in private label attraverso la propria rete di oltre 4.000 rivenditori in Italia e di oltre 100 distributori europei. Gel non segna ancora un prezzo su Aim.

CATTOLICA

Equita Sim ha ridotto il target price di Cattolica Ass. a 6,5 euro per azione in seguito ad un taglio delle stime di Eps e di una riduzione della riserva Afs. Hold confermato alla luce di una posizione di Solvency sotto pressione nell`attuale contesto di mercato e le incertezze relative agli accordi distributivi.

ILLIMITY

Banca Imi riduce il prezzo obiettivo di Illimity  da 12,2 a 10,3 euro, ribadendo la raccomandazione buy. Nel primo trimestre 2020, la societa” ha registrato un utile netto di 4,5 mln euro, contro una perdita prevista di 1,6 mln euro. I ricavi sono stati influenzati “positivamente da alcuni elementi non ricorrenti”, commentano gli analisti, che considerano positivamente il messaggio del management sul costo del rischio. Gli esperti hanno tagliato le stime di Eps rettificato del 33% nel 2020, del 42% nel 2021, del 19% nel 2022 e del 21% nel 2023, ipotizzando una creazione inferiore di nuovo business.

D’AMICO

-Equita Sim conferma rating hold e tp di 0,15 euro su D”Amico. Ieri l”azienda ha venduto MT Cielo di Guangzhou, una nave ”Handysize” di portata lorda pari a 38,877 tonnellate e costruita nel 2006 per un importo pari a 8,8 mln usd. La nave, commentano da Equita, era in pipeline per essere dismessa. Gli esperti inoltre non credono che la notizia abbia effetti rilevanti per il titolo sia per il valore che per l”importanza di quella nave.

TINEXTA

Mediobanca Securities conferma rating outperform e tp di 14 euro per azione su Tinexta. Secondo gli esperti, l”azienda grazie al suo business mix sembra in grado di affrontare un difficile 2020 senza grosse deviazioni dai risultati 2019, mantenendo una sostanziale e resiliente generazione di cassa, come emerso dai conti del primo trimestre.

Banca Imi riduce il rating da buy ad add su Tinexta con Tp che passa da 15,5 a 13,3 euro. I risultati del primo trimestre 2020 sono stati “al di sotto delle attese in termini di Ebitda, principalmente a causa di una riduzione maggiore del previsto della redditivita” delle divisioni CI&M e I&MS”. I primi tre mesi dell”anno tradizionalmente sono il trimestre “piu” leggero” per il gruppo, spiegano gli esperti, secondo cui il confronto su base annua “e” distorto da una performance atipica di IMS”, dato che nel primo trimestre 2019 sono stati registrati ricavi per consulenza di 2,1 mln euro relativi a progetti avviati nel 2018.

POSTE

Banca Akros ha alzato il giudizio su Poste I.  da accumulate a buy, con prezzo obiettivo che scende da 12 a 10 euro. Il target price, spiegano gli analisti, scende per tener conto di un abbassamento delle stime 2020-2022 dopo i conti del primo trimestre, che sono stati “penalizzati dal lockdown, per quanto meno delle attese”. Il titolo, pero”, per Akros e” sottovalutato agli attuali prezzi di Borsa e il 2020 e” un anno straordinario, tanto piu” se il lockdown e” definitivamente alle spalle. “I driver sottostanti dell”attivita” di Poste sono ancora validi e consentono di garantire l”evoluzione del business attesa entro la fine del piano al 2022. Il modello di business diversificato e la forte disciplina nella gestione dei costi, cosi” come la solida generazione di flusso di cassa e la posizione di capitale”, per Akros preservano l”interessante politica del dividendo.

DIASORIN

Equita Sim conferma rating hold su Diasorin dopo che l”azienda annunciato che il suo test sierologico SARS-CoV-2 S1/S2 ha ottenuto l”approvazione all”utilizzo da Health Canada, dipartimento del governo canadese responsabile della politica sanitaria federale. Il test di Diasorin, spiegano gli esperti, e” il primo ad essere autorizzato in Canada e contribuira” ad uno studio di screening nazionale su oltre 1 mln di campioni in 2 anni al fine di monitorare l`impatto del virus sulla popolazione. Come indicato nella conference call dei risultati, aggiungono da Equita, l”azienda sta incrementando la capacita” produttiva del test nello stabilimento italiano di Saluggia con l`obiettivo di arrivare a 10 mln di test al mese.

Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo su Diasorin da 130 a 190 euro, confermando la raccomandazione hold. Gli esperti hanno aumentato “ulteriormente” le loro stime sugli utili in media del 21%, citando la risposta “molto veloce” della societa” al Covid-19 “con il lancio prima di un test molecolare e poi di un test sugli anticorpi”.

Comments are closed.