Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 22 FEBBRAIO

Bper Banca 

Ubs conferma la raccomandazione neutral sul titolo, con prezzo obiettivo ridotto da 4,05 a 3,85 euro, livello che resta ampiamente al di sopra degli attuali prezzi di Borsa. Gli analisti hanno aggiornato le loro stime in attesa della pubblicazione del piano strategico, in agenda giovedi”. Gli esperti si dicono “piu” cauti del management sul net interest income” e citano le “inevitabili sfide” in termini di costo della provvista.

Stamattina HSBC ha promosso il giudizio a Buy da Hold. Anche il target price è salito a 4,10 euro da 3,47 euro. Pochi giorni fa Moody’s ha migliorato l’outlook a ‘positivo’ da ‘negativo’ dopo l’annuncio dell’acquisizione di Unipol Banca dal gruppo Unipol , confermando i rating sui depositi ed emittente rispettivamente a ‘Baa3’ e ‘Ba3’. 
Nel contempo l’agenzia americana ha messo sotto osservazione i rating assegnati a Unipol Banca per un possibile upgrade, si legge in una nota. Secondo Moody’s l’annuncio è positivo per entrambe le banche. In particolare l’operazione rafforzerà la presenza in Italia, migliorerà l’asset quality e creerà opportunità di sinergie di costo con un impatto negativo marginale sul patrimonio. Il consenso Bloomberg aggiornato vede 4 raccomandazioni di acquisto su 12 pareri raccolti. Target medio 4,22 euro. 

TELECOM

 Banca Akros, che sul titolo ha una raccomandazione buy e un prezzo obiettivo a 0,77 euro, evidenzia come l”outlook a tre anni sul debito sia “in linea con le stime del consenso. Buoni sviluppi in termini di corporate action, sia nel mobile sia nel fisso”. Quanto ai conti del quarto trimestre 2018, sono stati “deboli come da attese”, conclude Akros. 

Focus di Equita Sim su Tim. Per gli esperti i target del piano sono “credibili ma non brillanti”. Gli obiettivi, spiega Equita, sono “molto allineati alle attese e al consensus. Le proiezioni per il 2019 non sono brillanti, ma coerenti con le attese. Il free cash flow cumulato e” un po” sotto le attese e l”effettivo Fcf probabilmente inferiore per gli esborsi per le frequenze (rinnovo in Italia e Brasile). Molto interessante” invece per gli esperti “il deal con Vodafone, che consente di creare efficienze (incorporate immaginiamo nel piano) e di creare valore su Inwit”. Infine, “prosegue la negoziazione con Open Fiber, l”altra operazione straordinaria strategicamente attraente per Tim, anche se ci sembra meno probabile che si vada verso un progetto di separazione della rete”. Rating buy, prezzo obiettivo a 0,55 euro confermati. 

Jefferies conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 0,66 euro sul titolo. I dati del quarto trimestre 2018, ricordano gli analisti, erano attesi dopo i preliminari resi noti a gennaio. Quanto al piano, Jefferies punta l”attenzione “sull”enfasi sull”esecuzione e sulla riduzione del debito”. 
Ubi Banca

Hsbc ha tagliato il target price, portandolo a 2,40 da 2,75 euro. Giudizio Hold invariato.  
Ieri Equita Sim ha confermato il giudizio Hold, mantenendo il prezzo obiettivo a 3,2 euro.  
Il consenso Bloomberg registra 4 Buy, 13 Hold e 2 Sell. La media del target price è pari a 2,86.  

AUTOGRILL

Banca Imi ha confermato la raccomandazione buy su Autogrill, tagliando pero” il prezzo obiettivo a 10,4 euro da 12,3 euro, a seguito della pubblicazione dei risultati preliminari per il 2018. “Abbiamo aggiornato le nostre previsioni per il 2018-2020,” spiegano gli esperti, “tenendo conto del peggioramento della dinamica del business autostradale (in particolare in Europa) rispetto a una performance ancora solida nel canale aeroportuale, in particolare negli Stati Uniti. Negli Usa infatti, le iniziative di contenimento dei costi e le azioni di prezzo hanno permesso di consolidare la redditivita” nella piu” grande area geografica per l”azienda. Per concludere, gli esperti ritengono che “le guidance aggiornate sull”Eps del 2018 hanno deluso, ma i target a livello di Ebitda suggeriscono una bella ripresa del business nel secondo semestre, che fa ben sperare per il 2019″. 


Banco BPM

 HSBC taglia il target price a 2,10 euro. 

CITIGROUP

L’agenzia Moody’s ha alzato il rating della terza banca Usa da ‘Baa1’ ad ‘A3’. L’outlook è rimasto stabile. La nota spiega che “la gestione del rischio e la corporate governance sono significativamente migliorati dalla crisi finanziaria”. 
Jefferies ha reagito subito promuovendo a Buy la raccomandazione con un target price a 73 dollari. Il consenso raccolto da Bloomberg è ottimista: 23 analisti suggeriscono l’acquisto, solo 1 la vendita. Target medio 74,50 usd. 

Inwit

Il gruppo ha inoltre approvato il piano industriale al 2021, che vede un piano di investimenti cumulato a 250-300 milioni di euro e un recurring free cash flow a oltre 200 milioni a fine periodo. Tim e Vodafone Italia hanno annunciato che intendono avviare partnership aggregando le torri di trasmissione e condividendo l’infrastruttura attiva al fine di arrivare a uno sviluppo congiunto della rete 5G.  

Equita Sim alza rating a buy

FCA

Il consiglio di amministrazione di Fca ha deliberato ieri di proporre all’ assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,65 euro per azioni ordinaria, corrispondente a una distribuzione complessiva di circa 1 miliardo. 
La distribuzione del dividendo, a valere sull’ utile di esercizio 2018, sara’ sottoposta all’ approvazione dell’ assemblea degli azionisti prevista per il prossimo 12 aprile. 
Nel caso di approvazione, il calendario per entrambi i mercati di quotazione, Mta e Nyse, sara’: ex-date 23 aprile 2019, record date 24 aprile e data di pagamento 2 maggio.

FERRAGAMO

Banca Imi ha confermato il rating hold su S.Ferragamo e il prezzo obiettivo a 16,2 euro, dopo la nomina di Paul Andrew come Direttore Creativo dell”azienda. Imi ricorda che Andrew era stato promosso nel 2017 a Direttore Creativo Femminile. Con la nuova nomina, tutte le funzioni di progettazione saranno sotto la sua responsabilita”. Per gli esperti questa scelta e” parte del processo di riorganizzazione, che conferma l”attenzione della famiglia Ferragamo verso il tema della rilancio del marchio

Moncler

Banca Imi abbassa rating a hold

Comments are closed.