Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 25 APRILE

B.Generali

Kepler Cheuvreux, che sul titolo conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 24 euro, si aspetta che nel primo trimestre l”utile netto sia salito del 21,6% a/a a 60 mln euro grazie all”andamento del net interest income e delle commissioni di performance. I dati verranno pubblicati l”8 maggio. 

UNICREDIT

 Ubs conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 15,2 euro sul titolo “in vista dei conti trimestrali, in pubblicazione il 9 maggio”. Secondo gli esperti il risultato netto sara” sostenuto da one-off positivi per circa 550 mln euro. Il titolo, nota Ubs, scambia a sconto di circa il 25% rispetto ai peer. 

ENI

Equita Sim conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 20 euro su Eni (-0,3% a 15,504 euro). “Risultati del primo trimestre in linea con le attese, ma con una migliore generazione di cassa operativa”, spiegano gli analisti, secondo cui i conti “continuano a dimostrare il miglioramento di redditivita” per barile della divisione upstream e migliorano la visibilita” delle nostre stime, che confermiamo”

Ubs conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 17,5 euro su Eni Gli analisti evidenziano come i conti trimestrali abbiano evidenziato un “solido cashflow operativo”.

Mediobanca Securities ha confermato su Eni il rating outperform e il target price a 21,5 euro. Alla luce dei risultati del primo trimestre 2019, “adeguiamo le nostre stime per riflettere l”impatto dei nuovi standard contabili”, affermano gli analisti. Di conseguenza, gli esperti hanno aumentato le proprie stime Eps 2019-2021, ma solo dell”1%, dovendo tenere conto di una maggiore spesa finanziaria, mentre per quanto riguarda l”Ebit, MB ha rivisto al rialzo le previsioni del 3%. “Aumentiamo anche le nostre stime sul debito netto del 54% (circa 5,7 mld euro) in linea con la recente guidance”, spiegano gli analisti.

Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 19 euro su Eni. I conti trimestrali secondo gli analisti hanno avuto aspetti positivi (Exploration and Production, Ebit, Gas and Power) e negativi (produzione, Refining and Marketing, Versalys), ma il flusso di cassa “e” stato forte”

FINECO

Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo su FinecoBank Gli analisti si aspettano che i conti del primo trimestre, in pubblicazione il 7 maggio, evidenzino un “aumento contenuto dell”utile netto”. Il dato e” visto in progresso del 3,6% a/a a 61 mln euro. 

FILA

Banca Imi ha confermato il giudizio buy su Fila e il prezzo obiettivo a 16,7 euro. Imi ricorda che la societa” ha sottoscritto con il gruppo Ahlstrom-Munksjo un accordo di distribuzione mondiale in esclusiva dei prodotti Arches a partire da gennaio 2020. “Vediamo positivamente questa notizia poiche” Arches rappresenta uno dei marchi principali nel suo segmento”, spiega Imi. Al momento, il management non si aspetta effetti sui conti 2019 visto che il contratto sara” efficace da gennaio 2020 per una durata di 5 anni, conclude Imi. 

SAIPEM

Banca Imi ha confermato il rating buy su Saipem e il target price a 5,9 euro. Gli esperti “ritengono una notizia positiva” la firma di un accordo preliminare con Jsc GazpromNeft Moscow Refinery e il contratto Epc con Infrastructure Development and Construction per un valore complessivo di circa 500 mln euro. Per gli esperti infatti questa “potrebbe essere una delle nuove opportunita” da sfruttare per Saipem dopo la chiusura dell”arbitrato con Gazprom sulla risoluzione del contratto South Stream”, conclude Imi.

. Kepler Cheuvreux conferma il rating buy e il prezzo obiettivo a 6 euro sul titolo dopo i due nuovi contratti per circa 500 mln euro annunciati dal gruppo. Gli esperti stimano circa 6 mld euro di raccolta ordini nel segmento E&C onshore nel 2019 e con le intese annunciate ieri il gruppo ha raggiunto quota 1 mld di ordini in questo segmento. 

STM

Equita Sim ha ridotto il giudizio su Stm da buy a hold, con prezzo obiettivo che scende da 18 a 16,8 euro. Il titolo esce dal portafoglio principale della sim. “La conference call ha evidenziato elevata visibilita” per un recupero della crescita dei ricavi nel secondo semestre, ma sorprendentemente questo non vale per i margini, che sono visti in calo”, spiegano gli analisti. Le stime di Eps 2019-2021 vengono abbassate dell”11%. 

Ubs ha alzato il prezzo obiettivo da 14 a 16,5 euro sul titolo, confermando la raccomandazione neutral. Gli esperti hanno alzato le stime sui ricavi del 2-3% per tener conto delle indicazioni positive fornite dalla societa” sul secondo semestre dell”anno.

Deutsche Bank ha alzato il prezzo obiettivo su Stm da 18 a 20 euro, confermando la raccomandazione buy. Gli analisti citano il momentum in miglioramento nel corso dell”anno e “il profilo dei margini molto solido nel primo semestre”. Stm, evidenzia DB, si aspetta una “significativa ripresa dei ricavi nel secondo semestre rispetto al primo”. 

Esce dal portafoglio principale in seguito al downgrade ad HOLD considerando che il P/E del titolo da inizio anno è passato da 11x a 17x rendendo meno attraente il rapporto rischio rendimento. 
HOLD con Target Price 16.8.WEBSIM

Comments are closed.