Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Rating del 27 Aprile

FCA

Banca Akros ha ridotto il prezzo obiettivo su Fca da 17,5 a 10 euro, livello che resta ampiamente al di sopra degli attuali prezzi di Borsa dell”azione. La raccomandazione e” dunque confermata a buy. Gli esperti hanno abbassato le stime su ricavi, Ebit e risultato netto 2020 “per cercare di tener conto dell”impatto della pandemia sui risultati di Fca”. La cassa netta industriale, “pari a circa 4,9 mld euro a fine 2019, scendera” a circa zero dopo un forte assorbimento di cassa dal circolante nella prima meta” dell”anno”, aggiunge Akros. Gli esperti ritengono che la fusione con Psa “non sia a rischio; l”operazione semplicemente ha troppo senso industriale per essere abbandonata. La tempistica del processo potrebbe cambiare e alcuni termini finanziari mutare un po”, ma restiamo convinti che il deal alla fine andra” avanti”.

MEDIOBANCA

-Banca Akros abbassa il prezzo obiettivo di Mediobanca da 9,5 a 8,9 euro, confermando il rating buy, in attesa dei conti del terzo trimestre del 2019-2020, previsti per il 7 maggio. Gli analisti stimano un utile netto in calo del 60% t/t e del 50% a/a a 75 mln euro, influenzato “in modo significativo dalla grave correzione dei mercati finanziari generata dalla pandemia di Covid-19″. Gli esperti hanno ridotto ulteriormente le stime di Eps rettificato da 0,99 a 0,91 euro nell”esercizio 2019-2020, da 0,92 a 0,85 euro nel 2020-2021 e da 0,93 a 0,86 euro nel 2021-2022, confermando il rating buy a fronte di “una solida base di capitale, una buona qualita” degli attivi e un”alta efficienza operativa”.

ENI

Equita Sim ha limato il target price di Eni a 11 euro per azione, confermando a buy il rating, di riflesso ad un aggiornamento delle stime post risultati trimestrali. Gli esperti segnalano che sebbene i conti siano stati superiori alle attese in termini di Ebit e flussi di cassa, l”outlook 2020 e” risultato piu” debole del previsto.
Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy su Eni , con prezzo obiettivo che passa da 10,5 a 10 euro. Gli esperti hanno abbassato la stima di cashflow 2020 e si aspettano ora che “Eni sia organicamente cash neutral post dividendi con un Brent a 52 usd/barile nel 2020 e a 47 usd/barile nel 2021. Il dividendo e” al sicuro in un mondo con il Brent a 50 usd/Barile, ma non a 40 usd/barile”.

LEONARDO

Morgan Stanley ha ridotto la raccomandazione su Leonardo Spa da overweight a equalweight, con prezzo obiettivo che scende da 13,5 a 6,75 euro. “I rischi sono saliti da inizio anno. Downgrade a equalweight”, spiega MS. Il titolo resta su valutazioni basse rispetto ai peer, ma per gli analisti “l”attuale contesto offre pochi catalizzatori potenziali”.

Risparmio gestito

Deutsche Bank ha aggiornato i target price dei titoli del risparmio gestito italiani ed in particolare ha rivisto il prezzo obiettivo di Fineco a 12 euro da 12,7 euro (buy), quello di B.Generali a 28,2 euro da 35 euro (buy), quello di Azimut H. a 16 euro da 20,2 euro (hold) e quello di B.Mediolanum a 7,1 euro da 9,8 euro (buy). Gli esperti nonostante le difficolta” del comparto in seguito alla discesa dei mercati per colpa del coronavirus credono che il modello resti intatto: la loro base clienti dovrebbe essere meno impattata rispetto alla media, le crisi per essere superate hanno sempre bisogno di advisory e questo potrebbe portare a ulteriore quote di mercato, inoltre i flussi di raccolta continuano ad arrivare. Fineco resta la top pick nel settore.

BANCHE

Mediobanca Securities raccomanda cautela sulle banche italiane (e dell”Eurozona), astenendosi dal dare indicazioni basate sulle valutazioni ma preferendo puntare sulle banche prive di potenziali rischi sovrani, con forti bilanci, alta capacita” di assorbire perdite potenziali e bassa esposizione alle piccole/medie imprese. Per quanto riguarda il trimestre, gli esperti credono che il margine di interesse potrebbe essere in calo su base trimestrale, mentre per le commissioni il primo trimestre potrebbe essere il migliore dell”anno. Il Cet1 ratio invece dovrebbe rimanere stabile.

TIP

-Equita Sim conferma rating buy e tp di 7,1 euro per azione su Tamburi I.P. che, segnalano gli analisti, arriva alla crisi sanitaria con aziende in buono stato di forma e con una buona liquidita”. Questo puo” consentirle di cogliere e di far cogliere alle partecipate, sia quotate che non quotate, opportunita” di crescita e di creazione di valore

DIASORIN

Banca Akros conferma la sua visione positiva su Diasorin (rating accumulate) dopo che l”azienda ha ricevuto l”Emergency Use Authorization (Eua) dalla Fda americana per il test Liaison SarsCoV-2 S1/S2 IgG. Gli esperti segnalano che l”ok e” arrivato nei tempi giusti e ricordano che il test rispondera” alla necessita” di identificare la presenza di anticorpi nelle persone che sono state infettate dal Coronavirus e sara” disponibile in 5000 piattaforme Liaison XL installate nel mondo, dei quali 600 negli ospedali americani e in laboratori commerciali

Mediobanca Securities conferma rating neutral e tp di 134 euro per azione su Diasorin. L”azienda ha ricevuto l”ok dalla Fda americana per il test Liaison SarsCoV-2 S1/S2 IgG, mentre Abbott ha vinto il bando lanciato dal Governo per i primi 150 mila test sierologici in Italia. Gli esperti segnalano che l”ok dagli Usa e” positivo, sebbene abbastanza atteso, mentre dall”altro lato la gara vinta da Abbott e” una notizia negativa sebbene occorre sottolineare che Diasorin sta gia” fornendo alle singole regioni italiane i suoi test e questo fatto non esclude che l”azienda possa aggiudicarsi altre gare lanciate dal Governo in futuro.

FERRARI

In una nuova ricerca, Morgan Stanley ha promosso il target price da 163 a 170 dollari, circa 159 euro, rafforzando il giudizio Overweight. Ferrari ha staccato il 20 aprile scorso un dividendo sui risultati 2019 di 1,13 per azione, per un esborso complessivo di circa 210 milioni, in crescita dell’8% rispetto alla distribuzione dell’esercizio precdente, per un dividendo unitario di 1,03 euro.Il consenso Bloomberg registra 15 Buy, 8 Neutral, 3 Sell. Target medio 156 euro.

NEODECORTECH

KT&Partners, analizzando gli impatti del Covid 19 sul business di Neodecortech, ha fissato il target price sul titolo a 4,44 euro, prezzo che incorpora un potenziale upside del 45% rispetto alla quotazione attuale (3,06 euro) e uno sconto rispetto ai peers.
Secondo la what-if analysis per valutare la sensitivity del valore dell’azione al calo dei ricavi nel 2020 e al recupero nel 2021, il range di prezzo e’ invece tra 3,14 euro ad azione nel caso peggiore e 4,88 euro nel caso migliore.
Per gli analisti di KT&P, il titolo tratta a 4,45x l’EV/EBITDA 2020-2021 (6,4x i peers) e a 7,5x il P/E 2020-2021 (rispetto a 13x dei peers), evidenziando uno sconto rispettivamente del 30% e del 42% sui comparables.
L’ impatto che il Covid 19 avra’ sui risultati della societa’ sara’ legato soprattutto alla durata del lockdown, alla generale dinamica macroeconomica, ai ricavi persi durante lo stop produttivo e al tasso di recupero nella restante parte dell’ anno e nel 2021.
L’ analisi di scenario effettuata da KT&P prevede un worst-case nel quale i ricavi sono attesi in calo del 14,3% (rispetto alle stime pre-Covid) a causa della bassa attivita’ produttiva e commerciale nei tre mesi interessati dalle restrizioni e al successivo lento recupero; uno scenario base che prevede un calo dei ricavi del 10,5%, ed un best-case nel quale il calo del fatturato e’ del 7,4%, a causa di attivita’ produttiva a rilento per due mesi e del successivo veloce recupero, in linea anche con la ripresa della domanda nel 2021.
Si ricorda inoltre che il 16 aprile scorso la societa’ ha comunicato di aver riavviato il processo di ammissione sul MTA e che le attivita’ produttive del gruppo ritorneranno operative a partire dalla data di oggi.

STM

-Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo su Stm  da 23 a 25 euro, confermando la raccomandazione buy. “Abbiamo fatto un roadshow digitale con il Ceo venerdi” e, nonostante gli ostacoli di breve termine, il feedback e” rassicurante, visto che Stm potrebbe tenere bene nei prossimi mesi e la strategia di medio termine resta intatta”, spiegano gli analisti. Per gli esperti gli obiettivi per l”anno in corso sono credibili.

CIR

-Banca Akros riduce il prezzo obiettivo di Cir  da 0,69 a 0,6 euro, confermando il rating buy, dopo i conti del primo trimestre 2020. I risultati della societa” “sono stati influenzati, a partire da marzo, dallo scoppio del Covid-19”, commentano gli analisti, che precisano come nei primi due mesi le prestazioni complessive siano “aumentate rispetto allo stesso periodo dell”anno scorso”. La recente decisione di revocare la proposta di un nuovo programma di riacquisto di azioni e” “comprensibile nelle circostanze attuali perche” legata alla possibilita” di non impedire al gruppo di accedere ai prestiti bancari garantiti da SACE, ma ha rimosso un importante catalizzatore a breve termine”, aggiungono gli esperti, che ricordano come l”esecuzione di un nuovo piano di riacquisto (fino al 20% del capitale sociale secondo la proposta iniziale) “sarebbe stato un buon supporto ai prezzi delle azioni”.

TENARIS

-Banca Akros abbassa il prezzo obiettivo di Tenaris  da 11,5 euro a 8,5 euro, confermando il rating accumulate, in attesa dei conti del primo trimestre 2020, previsti per il 29 aprile. Gli analisti stimano ricavi e Ebitda nei primi 3 mesi “in leggero aumento” rispetto al quarto trimestre 2019. Il problema principale e” ovviamente legato ai problemi del mercato petrolifero e al crollo dei prezzi del greggio, commentano gli analisti, che sottolineano la visibilita” “molto bassa”. Tuttavia, la societa” ha “una situazione finanziaria molto solida e nella precedente recessione ha mostrato un”eccellente gestione del capitale circolante netto e degli investimenti”, spiegano gli esperti, secondo cui il gruppo “potrebbe affrontare un rallentamento prolungato senza problemi finanziari o di liquidita””.

FIERA MI

Equita Sim conferma rating buy con tp di 5,25 euro su Fiera Milano dopo che il Cda ha nominato Carlo Bonomi come presidente in sostituzione del dimissionario Caorsi. Gli esperti ribadiscono che si tratta di una nomina di alto profilo che dimostra il ruolo strategico dell”azienda a supporto della ripartenza dell`attivita” economica.

Comments are closed.