Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DEL 28 MAGGIO

INTESA

Per gli analisti di Exane Bnp Paribas (rating outperform, prezzo obiettivo ridotto del 9% a 2,1 euro) “gli investitori probabilmente continueranno a focalizzarsi sulle banche con il capitale piu” solido e i maggiori margini pre-accantonamenti. Tenendo questo in mente, Intesa Sanpaolo resta il nostro titolo preferito: ha di gran lunga il maggior profit margin pre-accantonamenti tra le banche italiane e il secondo maggior buffer MDA”. Per Exane il premio a cui scambia storicamente il titolo “non sparira” presto”. Inoltre, secondo gli esperti l”offerta su Ubi B. “crea valore per gli azionisti di Intesa Sanpaolo” e andra” avanti nei termini previsti. Infine, Exane apprezza “l”approccio flessibile di Intesa Sanpaolo nella gestione del bilancio”.

UBI

Exane ha limato il target price di Ubi B. dell”8% a 3,6 euro per azione, ma conferma il rating outperform sul titolo. Gli esperti segnalano che tale giudizio e” guidato solamente dal fatto che credono che l”offerta di Intesa Sanpaolo avra” successo e quindi il prezzo delle azioni Ubi rimarra” legato ai termini dell”offerta. Nel caso in cui Intesa Sanpaolo dovesse tirarsi indietro, Exane crede che Ubi possa scendere dagli attuali livelli visto che tratta a premio rispetto a B.P.Milano e Bper.

BANCO

Exane Bnp Paribas conferma la raccomandazione neutral su Banco Bpm con prezzo obiettivo ridotto del 26% a 1,4 euro. Per gli esperti ai multipli attuali il titolo e” su valutazioni “molto basse relativamente ai fondamentali. Ad ogni modo, in assenza di catalizzatori in vista e con la minor prospettiva di redditivita” e ratio di capitale tra le banche italiane un rerating e” molto improbabile nel breve”

MEDIOBANCA

sbc conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 8,1 euro su Mediobanca . Per gli esperti “l”attuale visione cauta del mercato” sul titolo “non tiene conto” di alcuni aspetti, come il “momentum positivo nel wealth management in Italia, in cui Mediobanca sta emergendo come solido operatore”, e il fatto che i livelli di utili pre-accantonamenti 2020/2021 potrebbero “coprire accantonamenti per perdite su crediti fino a 250 punti base a livello di gruppo”, mentre la stima di Hsbc e” di 105 pb.

BPER

Exane ha ridotto il target price di Bper del 24% a 3,1 euro, confermando ad outperform il rating. Gli esperti segnalano che la banca e” “molto cheap”. Gli esperti credono che l”eventuale operazione di acquisizione degli sportelli Ubi B. da Intesa Sanpaolo, sebbene finanziata da un aumento di capitale da 500 mln euro, dovrebbe creare significativo valore per Bper. In ogni caso per Exane a causa della volatilita” dei mercati, l”interesse degli investitori sul titolo rimarra” limitata fino a che non ci avvicineremo all”aumento di capitale (probabilmente nel quarto trimestre 2020)

A.BOLOGNA

Banca Imi ribadisce la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 7,7 euro su A.Bologna , dopo la ”Virtual Star Conference 2020”, organizzata da Borsa Italiana. La visibilita” sul rimbalzo del traffico rimane molto bassa a breve termine poiche” la pianificazione della capacita” degli aerei non e” ancora chiara, commentano gli analisti, sottolineando che continuano i negoziati per ottenere ulteriore liquidita”, anche a supporto della futura espansione della capacita” aeroportuale. Il management ha ribadito il suo obiettivo di tornare a un livello pre-Covid-19 entro due/tre anni, ricordano gli esperti, che confermano la posizione cauta sul titolo in attesa di una migliore visibilita” sul recupero del traffico.

OVS

Kepler Cheuvreux ha alzato il prezzo obiettivo su Ovs  da 1,2 a 1,3 euro, confermando la raccomandazione buy. Il gruppo, sottolineano gli analisti, “si sta focalizzando sulla riduzione della base dei costi, in particolare gli affitti”, e “la piena riapertura della scorsa settimana ha dato risultati incoraggianti”. Inoltre, “la partenza ritardata dei saldi stagionali potrebbe sostenere le vendite a prezzo pieno, mentre la bassa esposizione al fattore moda dovrebbe consentire a Ovs di portare quasi tutta la merce non venduta nel 2021”, aggiunge Kepler Cheuvreux. La stima di perdita per il 2020 scende da 51 a 32 mln euro.

EUROTECH

Banca Imi ribadisce il rating buy e il prezzo obiettivo a 7,5 euro su Eurotech ), dopo la ”Virtual Star Conference 2020”, organizzata da Borsa Italiana. La visibilita” degli ordini e” limitata, ma la societa” e” fiduciosa che la necessita” di digitalizzazione supportera” il trend di crescita secolare, commentano gli analisti. Dopo i risultati del primo trimestre, gli esperti stimano ricavi 2020 a 90 mln euro, in calo del 10% a/a, con una ripresa del trend di crescita gia” nel 2021, in cui prevedono ricavi a 110 mln euro. Il gruppo continuera” a operare e investire per sfruttare i vantaggi tecnologici sia nel settore dell”IoT industriale che in quello dell”Hpec (High Performance Embedded Computing), ricorda Imi.

SESA

Mediobanca Securities conferma rating outperform e tp di 60 euro per azione su Sesa dopo che l”azienda ha sottoscritto un accordo vincolante per l”acquisizione di una partecipazione di maggioranza del capitale di Analytics Network Srl e Sps Srl. La campagna M&A non e” finita, commentano gli esperti, evidenziando che il deal non cambia il quadro, ma va nella direzione strategica di rafforzare l”azienda nel segmento Software e System Integration. MB conclude sottolineando che la mossa confermano che la crescita esterna rappresenta un pilastro chiave dell”equity story.

ALKEMY

Banca Imi ribadisce la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 9,7 eyro su Alkemy, dopo la ”Virtual Star Conference 2020”, organizzata da Borsa Italiana. Il gruppo e” resiliente, ma non immune al difficile contesto di mercato attuale, commentano gli analisti, che ricordano le azioni intraprese dal management per limitare i costi. Gli esperti hanno recentemente rivisto al ribasso le stime sulla societa” ipotizzando una crescita organica ancora sostenuta in Italia (+7%) e un calo del 9% delle vendite all”estero dovute all”esposizione al settore dei viaggi nei mercati esteri. Un impatto piu” significativo del gruppo emergera” solo se questa situazione contingente si estendesse oltre il primo semestre, conclude Imi, che stima, in tal caso, un impatto sulle vendite relativo all”acquisizione di nuovi clienti

GIGLIO G.

-Banca Imi ribadisce la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 4,4 euro su Giglio G. , dopo la ”Virtual Star Conference 2020”, organizzata da Borsa Italiana. La societa” e” in una buona posizione per svolgere un ruolo chiave dopo il cambiamento delle abitudini delle persone a causa del Covid-19, che ha accelerato l”uso delle tecnologie digitali, spiegano gli analisti. Il gruppo, dopo l”acquisizione di Terashop, lavora su scala globale e ha ampliato la gamma di settori in cui opera come puro operatore di e-commerce (ad esempio alimentare, sanitario), commentano gli esperti, secondo cui l”azienda e” ben strutturata e posizionata correttamente per cogliere le opportunita” di crescita disponibili.

MARR

-Banca Imi ribadisce la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo di 15 euro su Marr , dopo la ”Virtual Star Conference 2020”, organizzata da Borsa Italiana. Nonostante uno scenario difficile, l”azienda ha adattato la sua politica commerciale alle esigenze dei clienti, preservando le relazioni e mostrando un graduale miglioramento delle vendite settimana dopo settimana, spiegano gli analisti. Il rallentamento dei risultati avra” un forte impatto anche sul secondo trimestre del 2020, con il lockdown che ha interessato circa la meta” del trimestre, commentano gli esperti, che prevedono nel 2020 una contrazione dei ricavi del 22% circa e un”erosione del margine Ebitda di circa 280 punti base.

CIR

Kepler Cheuvreux ha ridotto il prezzo obiettivo su Cir  da 1,29 a 0,63 euro, confermando la raccomandazione buy. Gli esperti hanno rivisto al ribasso le stime di Eps 2020-2021 per tener conto anche dell”impatto del Covid-19 sull”attivita” di Kos e Sogefi. Il rating resta buy dal momento che secondo gli analisti lo sconto sul Nav e” troppo alto.

PRYSMIAN

Equita Sim conferam rating hold e tp di 18,3 euro per azione su Prysmian dopo che l”azienda ha acquisito da Ailes Marines, responsabile della realizzazione, installazione e funzionamento del parco offshore nella baia di Saint- Brieuc, una commessa dal valore di 80 mln per la fornitura dei sistemi in cavo sottomarino inter-array per il parco eolico, il cui progetto in fase di realizzazione comportera” una capacita” totale, una volta ultimato, di 496MW. Secondo gli esperti si tratta di una notizia positiva: il progetto infatti rappresenta il 10% della raccolta ordini attesa da Equita sul 2020 per il segmento sottomarini. Con questo contratto, ricordano gli esperti, la raccolta ordini annunciata da inizio per la divisione Projects sale a 1,5 mld in attesa dell`assegnazione (prevista per giugno) del progetto SuedLink.

AMPLIFON

Banca Imi riduce il prezzo obiettivo di Amplifon da 25 a 23,1 euro, confermando il rating hold. La societa” ha annunciato diverse misure per compensare l”impatto del lockdown, ma la visibilita” degli utili rimane bassa, commentano gli analisti, che ricordano comunque la posizione di liquidita” sicura e l”assenza di scadenze significative del debito a breve termine

FERRAGAMO

Stamattina Jefferies ha promosso il giudizio da Underperform a Hold. Target price 11 euro. Il Consiglio di Amministrazione ha definito un nuovo assetto di governance della Società, con l’azionista di controllo Ferragamo Finanziaria impegnata nel ruolo di guida e indirizzo strategico dell’azienda e la gestione affidata interamente a figure manageriali. Giacomo (James) Ferragamo per lasciare un posto disponibile in Consiglio, si è dimesso dalla sua carica consiliare e in sua sostituzione il Consiglio di Amministrazione ha nominato Michele Norsa quale nuovo Consigliere, attribuendogli altresì l’incarico di Vice Presidente Esecutivo e conferendogli i poteri esecutivi in precedenza esercitati dal Presidente Ferruccio Ferragamo.Michele Norsa è un manager con grande esperienza e conoscenza del settore del lusso ed ha un lungo trascorso nella Società, di cui è stato Amministratore Delegato nel periodo dal 2006 al 2016. Ha assunto il nuovo incarico con efficacia dal 28 maggio 2020 e fino alla prossima Assemblea, e lavorerà in coordinamento con l’Amministratore Delegato Micaela le Divelec Lemmi per l’attuazione dei programmi e dei piani di sviluppo della Società. Giacomo (James) Ferragamo si concentrerà nel ruolo di Direttore Brand & Prodotto e Comunicazione, area di fondamentale importanza per l’Azienda soprattutto in questo momento di profondi cambiamenti determinati dalla emergenza in corso. Michele Norsa ha anche assunto la Presidenza del Comitato Esecutivo e del Comitato Strategie Brand & Prodotto.Il consenso raccolto da Bloomberg registra ora 2 Buy, 15 Neutral e 5 Sell. Il target medio è progressivamente sceso a 12,10 euro.

IMA

Banca Imi ribadisce la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 54,5 euro su Ima , dopo la ”Virtual Star Conference 2020”, organizzata da Borsa Italiana. Il primo trimestre 2020 ha visto un declino a causa dell”impatto del Covid-19, ma l”outlook per il futuro sembra essere sotto controllo, commentano gli analisti, che sottolineano la conferma della guidance con un Ebitda 2020 in calo al massimo del 10% a/a. Il peggio e” passato, ma, come affermato anche dal management, restano le incertezze sull”outlook del business per il resto dell”anno, conclude Imi, secondo cui alcuni fattori positivi (ripresa nelle confesioni del tabacco e vaccini nel settore farmaceutico) potrebbero sostenere una ripresa dei dati nel 2021.

Comments are closed.