Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RATING DELL ‘8 MARZO

AZIMUT H.

 Equita Sim ha alzato il prezzo obiettivo sul titolo da 16,9 a 17,3 euro, confermando la raccomandazione hold. Gli esperti hanno aggiornato le stime dopo i conti 2018, “alzando le commissioni di performance 2019 da 42 mln a 50 mln e le commissioni di gestione del 3% (scontando l”effetto mercato da inizio anno), alzando di conseguenza l”utile netto 2019-2020 del 5% in media. Stimiamo un risultato netto 2019 di 235 mln. Siamo piu” cauti della guidance, perche” scontiamo prudenzialmente minori flussi netti (3,3 mld contro i 4,4 mld attesi dal management) e presumibilmente un minor effetto mercato e minori commissioni di performance”, conclude Equita. 

Kepler Cheuvreux ha alzato la raccomandazione su Azimut H. da hold a buy, con prezzo obiettivo che passa da 13 a 16 euro. Gli analisti evidenziano la “sorpresa” del dividendo 2018 a 1,5 euro per azione. Le stime di Eps vengono migliorate del 18,8% per il 2019 e del 3,2% per il 2020 grazie a “maggiori flussi e commissioni di performance”. Ieri il titolo Azimut e” salito dell”1,29% a 13,385 euro, in controtendenza in un contesto di mercato negativo

Banca Akros ha alzato il prezzo obiettivo su Azimut H. da 13 a 15,5 euro, confermando la raccomandazione accumulate. Gli analisti definiscono “buoni” i conti 2018 ed evidenziano come l”outlook 2019 su utile netto e flussi netti sia “sfidante, ma raggiungibile”. Il dividendo e” definito poi “ancora molto interessante” da Akros. Le stime di Eps adjusted 2019-2020 vengono migliorate in media del 30% circa. 

ATLANTIA

Stamattina Mediobanca ha confermato il giudizio Outperform alla luce dei risultati, target ritoccato a 25,40 euro da 25,20 euro. Atlantia ha chiuso il 2018 con un utile di pertinenza pari a 818 milioni, in diminuzione del 30% (-2% su base omogenea), un margine operative lordo (Ebitda) pari a 3,768 miliardi in aumento del 2% e ricavi  operativi pari a 6,916 miliardi, in aumento del 16% (+2% escludendo il contributo del gruppo Abertis).  Il gruppo precisa che l’impatto della vicenda del Ponte Morandi incide per 511 milioni di euro di oneri sull’Ebitda. I dati includono il consolidamento del gruppo Abertis negli ultimi due 
mesi dell’esercizio per effetto del perfezionamento in data 29 
ottobre 2018 dell’acquisizione di Abertis Infraestructuras. Gli investimenti operativi sono complessivamente pari a 1,125 
miliardi. Il cda ha proposto all’assemblea dei soci, convocata per 
l’approvazione del bilancio il 18 aprile, un dividendo di 0,90 
euro per azione (-26% rispetto al 2017), in distribuzione a 
maggio 2019.

 Banca Akros conferma la raccomandazione accumulate e il prezzo obiettivo a 25 euro sul titolo dopo i conti 2018. “Se si esclude la componente straordinaria legata alla vicenda del Ponte di Genova, i risultati sono forti e la generazione di cassa buona. Il management ha evidenziato la flessibilita” del portafoglio della societa”, che crediamo possa migliorare il riconoscimento del valore e portare a un deleverage piu” rapido dopo l”operazione Abertis”, spiegano gli analisti. 

UNICREDIT

Stamattina Morningstar ha alzato il giudizio a Buy da Hold, target price a 15,0 euro invariato.

Danieli

Banca Akros taglia rating a neutral

INWIT

Stamattina Barclays ha promosso la raccomandazione a Overweight da Equal Weight, il target è stato alzato a 9 euro da 7,50 euro. Il consenso Bloomberg registra 10 raccomandazioni di acquisto su 23 analisti censiti. Target medio 7,67 euro.

B.Mediolanum

Banca Akros ha abbassato il giudizio su B.Mediolanum a neutral da accumulate spostando il prezzo obiettivo a 6,5 euro da 6. La raccolta totale del gruppo a febbraio e” stata “migliore delle attese” a 447 mln euro, rispetto ai 250 mln stimati da Akros. Gli esperti hanno quindi alzato il target price, ma hanno ridotto il rating per “motivi di valutazione”. Per Akros il driver principale e” comunque il dividendo, “che stimiamo ad un minimo di 0,40 euro, ritenendolo sostenibile vista la solida posizione patrimoniale di B.Mediolanum”. Per il 2019 infine gli analisti hanno alzato le stime della raccolta a 4 mld euro rispetto ai precedenti 3 mld euro.

CATTOLICA

-Banca Imi ha confermato il rating add su Cattolica Ass. e il target price a 8,5 euro, dopo la pubblicazione dei conti del quarto trimestre e dell”intero 2018. Per gli esperti i dati sono solidi, con una “sorpresa positiva” rappresentata dal dividendo pari a 0,40 per azione, superiore agli 0,35 euro stimati da Imi. 

Comments are closed.