Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Telecom nuovi rating Settembre 2020

 

TELECOM
Intesa Sanpaolo conferma rating buy su Tim e apprezza dal punto di vista finanziario la creazione di FiberCop in quanto dovrebbe permettere di liberare il valore nascosto all”interno dell”azienda. Gli esperti notano infatti che la rete ha un multiplo Ev/Ebitda di 8,5 contro i 4,9 a cui Tim tratta. Questo potrebbe quindi portare ad un re-rating dei multipli dopo la migrazione dal rame alla fibra e l”accelerazione del deleverage del gruppo. Inoltre, ancora piu” importante, gli analisti giudicano positivamente AccessCo (la rete unica nazionale) dal punto di vista industriale in quanto dovrebbe rimuovere il rischio infrastrutturale sull”equity story e generare sinergie dall”integrazione con Open Fiber. La valutazione degli asset, le approvazioni antitrust e la regolamentazione sono comunque ancora questioni aperte. Infine, se e come un deal sulla singola rete potrebbe avere implicazioni sulla governance di Tim non e” ancora chiaro, conclude Intesa Sanpaolo. Tp di 0,54 euro
Kepler Cheuvreux conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 0,67 euro su Tim. Per gli esperti “i deal sulla rete forniscono un grande catalizzatore” per il titolo. Nel dettaglio, “la creazione di FiberCo genera un modo flessibile per investire nell”Ftth e accelera la migrazione dei clienti alla fibra, ma, cosa piu” importante, sprigiona valore significativo e permette il deleveraging. La successiva integrazione con Open Fiber e il contributo della rete primaria forniscono efficienze e un ulteriore re-rating della rete, mentre Tim mantiene il controllo”. Il Cda di Tim ha approvato l”accordo con Kkr Infrastructure e Fastweb relativo alla costituzione di FiberCop, la NewCo in cui verranno conferite la rete secondaria di Tim e la rete in fibra sviluppata da FlashFiber, la joint-venture partecipata da Tim (80%) e Fastweb (20%). Il Consiglio ha inoltre esaminato e approvato la lettera d”intenti con Cdp Equity finalizzata ad integrare FiberCop nel piu” ampio progetto di costituzione di una societa” della rete unica nazionale.
Bank of America Global Research conferma rating buy su Tim. Gli esperti vedono numerosi elementi positivi dal progetto rete unica tra cui la proprieta” del 50,1% e valutazioni indipendenti degli asset. Buy reiterato alla luce della ristrutturazione, del re-rating in termini di Ebitda e del turnaround operativo dal 2* semestre.

Jefferies conferma rating buy e tp di 0,47 euro per azione su Tim. Gli esperti segnalano che i benefici legati al progetto della rete unica riguardano tra gli altri un positivo re-rating dei multipli, minori rischi di esecuzione, un”accelerazione nella costruzione della Fibra (con una maggiore velocita” di creazione di flussi di cassa dal 2026 quanto l”aggiornamento sara” completo) e il deleveraging.

“Approvati l”accordo con KKR e i prossimi passi sulla rete unica”, sintetizza Deutsche Bank, che sul titolo ha una raccomandazione buy e un prezzo obiettivo a 0,68 euro. Il Cda di Tim ieri ha approvato l”accordo con KKR Infrastructure e Fastweb relativo alla costituzione di FiberCop, la NewCo in cui verranno conferite la rete secondaria di Tim (dall”armadio di strada alle abitazioni dei clienti) e la rete in fibra sviluppata da FlashFiber, la joint-venture partecipata da Tim (80%) e Fastweb (20%). Il Cda ha inoltre esaminato e approvato la lettera d”intenti con CDP Equity finalizzata ad integrare FiberCop nel piu” ampio progetto di costituzione di una societa” della rete unica nazionale. Il Board ha dato mandato all”amministratore delegato, Luigi Gubitosi, di sottoscrivere l”intesa.

Comments are closed.