Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

Previsioni mercati 2021: tra cigni neri e altri papabili scenari 

Previsioni mercati 2021: tra cigni neri e altri papabili scenari 

Articolo postato su Borsainside

previsioni-mercati-2021-i-10-cigni-neri-di-saxo-bank-.jpg

Scopri i 10 eventi imprevisti che, secondo Saxo Bank, potrebbero influenzare i mercati il prossimo anno e gli 8 scenari da incubo che farebbero crollare tutto secondo Standard Chartered

Il 2020 sta per salutare gli investitori e l’attenzione inizia già ad essere rivolta al possibile andamento dei mercati nel 2021. Quali sono gli eventi che potrebbero condizionare i mercati globali il prossimo anno? Come avviene puntualmente da anni, a dare una risposta originale a questa domanda sono stati gli analisti di Saxo Bank con i loro 10 cigni neri.

10 cigni neri Saxo Bank cosa sono?

I 10 cigni neri di Saxo Bank sono un contributo alle previsioni mercati 2021. Concretamente si tratta di 10 eventi rari o del tutto inattesi che sono capaci di condizionare in modo più o meno irreversibile i mercati finanziari.

Un cigno nero, infatti, è sempre un evento non previsto che ha effetti rilevanti. 

Saxo Bank rilascia ogni anno i suoi 10 cigni neri e, ad onor di cronaca, le previsioni teorizzate dagli esperti della celebre banca non si sono mai verificate. E per fortuna visto l’impatto che eventi simili potrebbero avere sui mercati di tutto il mondo. Tuttavia anche una pandemia poteva essere considerata un evento del tutto improbabile invece tutti oggi sappiamo com’è poi finita con il coronavirus.

Il consiglio, quindi, è quello di tenere conto dei 10 cigni neri 2021 di Saxo Bank ma senza fasciarsi  la testa o, peggio ancora farsi condizionare troppo nelle scelte di trading

Il tema portante dei 10 cigni neri 2021 di Saxo Bank è il seguente: la tecnologia sarà la causa dei maggiori danni al mondo.

Ed ecco, invece, i 10 cigni neri 2021: 

  1. Amazon si trasferisce a Cipro e Nicosia, grazie al nuovo gettito fiscale, riesce a tagliare il suo rapporto debito/PIL del 100 per cento. A questo punto l’UE scende in campo contro Cipro e anche gli Stati Uniti non restano a guardare.
  2. La Germania salva la Francia: Parigi chiede aiuto a Berlino per salvare le sue finanze. La Francia chiede alla BCE di stampare quanta più moneta possibile.
  3. La blockchain mette un argine alle fake news: a causa del boom della disinformazione, viene varata una fortissima blockchain che contente di verificare le notizie prima che esse possano essere messe in circolo.
  4. Cambia il cash cinese: la Banca Popolare Cinese promuove una società con meno cash mentre la blockchain bloccherà ogni eventuale fuga di capitali.
  5. Cresce la disponibilità di energia: il vecchio progetto del reattore a fusione del MIT Sparc subisce un  ulteriore miglioramento grazie all’Intelligenza Artificiale. Nasce così il più grande concambio nell’approvvigionamento mondiale di energia dai tempi del nucleare
  6. Arriva il reddito di base universale: e i lavoratori iniziano a ripopolare la provincia.
  7. Nasce un Fondo per la tecnologia dei cittadini: centrale è la creazione del Citizen Technology Fund con trasferimento a tutti di una parte del capitale
  8. Il vaccino Covid19 manda al tappeto molte aziende: la ripresa post coronavirus rende bollente l’economia. Crolla la disoccupazione mentre l’inflazione cresce e questo spinge la Federal Reserve a lasciar liberamente incrementare i rendimenti del Tesoro. Le prime imprese a sparire sono quelle fisiche al dettaglio.
  9. Pannelli solari e argento: l’eccessiva liquidità causa un boom delle allocazioni sui beni rifugio. Una conseguenza di tutto questo sarà l’aumento della quotazione argento. Di conseguenza anche l’industria dei pannelli solari subirà delle conseguenze.
  10. Nuove tecnologie: la tecnologia permetterà un aumento della produttività nel settore privato che favorirà soprattutto i mercati emergenti rispetto a quelli sviluppati.

Questi i 10 cigni neri 2021 di Saxo Bank. Se è innegabile che alcuni di questi eventi sembrano essere ipotesi di fanta-finanza, altri rappresentano invece spunti interessanti.

Gli 8 scenari da incubo per il 2021 di Standard Chartered

I 10 cigni neri 2021 di Saxo Bank ti sembrano poca cosa e sei in cerca di qualcosa ancora più forte? Niente paura perchè gli esperti di Standard Chartered hanno addirittura stilato un elenco con gli 8 scenari da incubo del prossimo anno. Non penso sia il caso evidenziare che se tali prospettive dovessero davvero concretizzarsi, sarebbe un problema per tutti.

Un’annotazione prima di passare all’elenco: il report di Standard Chartered ha il merito di collegare ad ogni fatto, quelle che sarebbero le conseguenze su specifici mercati. Un’analisi di questo tipo può essere di aiuto per chi sceglie di investire attraverso i CFD scegliendo broker autorizzati come ad esempio IQ Option che fornisce la demo gratuita.

Ecco quindi gli 8 scenari da paura prospettati da Standard Chartered per il 2021:

  1. I Democratici Usa assumono il controllo del Senato e stravincono in Georgia: immediato crollo dei titoli tech e impennata dei rendimenti Usa
  2. Accordo tra la Cina e gli Stati Uniti: conseguenze sul forex con il cross USDCNY che calerebbe a 6.0
  3. Boom della ripresa grazie agli stimoli fiscali e monetari: conseguenze sul mercato delle materie prime con la quotazione rame in forte rialzo
  4. Spaccatura irreversibile nell’OPEC con conseguente scissione: crollo della quotazione petrolio addirittura sotto i 20 dollari al barile
  5. Assenza di stimoli fiscali dall’Unione Europea: crollo del cross Eur/Usd che scenderebbe a quota 1,06 entro metà anno.
  6. Non essendoci accordo sulle misure di stimolo fiscale in Usa, il segretario del Tesoro americano Janet Yellen lascia indebolire il Biglietto Verde: conseguenza inevitabile sarebbe il crollo del dollaro del 10 per cento nel cambio con le altre valute
  7. Default dei paesi emergenti: effetto immediato sarebbe il crollo delle azioni dei mercati emergenti
  8. Dimissioni del presidente Biden: a causa delle lacerazioni nella società americana, il presidente Biden lascia il posto alla sua vice determinando il crollo di azioni e indici e indici di borsa Usa nonché l’accelerazione del declino del dollaro.

Gli scenari da paura prospettati da Standard Chartered per il 2021 sono forse più estremi rispetto ai 10 cigni neri 2021 di Saxo Bank ma, considerando i tempi, è bene tener conto anche di queste prospettive per il 2021.

Previsioni mercati 2021: non solo teorie estreme 

Ovviamente non tutti gli analisti sono così estremi come Saxo Bank o Standard Chartered. Per la maggior parte degli esperti il 2021 sarà caratterizzato da un ritorno alla normalità. Pur ammettendo che ci saranno delle difficoltà, lo scenario prevalente è moderatamente ottimista. In particolare, l’inizio della vaccinazione di massa, pur con tutte le difficoltà del caso in Europa, potrebbe contribuire a ridurre la volatilità sui mercati molto più rapidamente rispetto a quanto ipotizzato in precedenza. E’ questo il parere di Ubs Asset Managemet.

Sempre restando in tema di previsioni mercati 2021, JP Morgan ritiene che il sostegno monetario delle varie banche centrali e fiscale dei vari governi continuerà ad essere determinante. L’impressione, ha messo in evidenza JP Morgan, è che gli investitori stiano assumendo posizioni lunghe . La cosa importante, hanno però aggiunto gli analisti, è adottare un approccio rigoroso che è focalizzato sui fondamentali per evitare di fare i conti con rischi che sono inevitabili.

Comments are closed.