Modus Operandi

Modus Operandi

Borsa Investimenti ha realizzato nel 2012 un rendimento del 58%. Nel 2013 ha realizzato un rendimento del 18,66%, nel 2014 il rendimento è stato del 10,91%.
Nel 2015 il rendimento è stato del 12,412%.In quattro anni del 100%, non con un metodo di analisi o grafica ma con un “modus operandi“.

Legge di Gresham

Legge di Gresham

Motti & aforismi

Motti & aforismi

Regole fondamentali di borsa

Regole fondamentali di borsa

RUMORS DEL 27 FEBBRAIO

GO INTERNET

Huawei ha presentato al Mobile World Congress di Barcellona il nuovo Mate X, lo smartphone pieghevole 5G. Il nuovo dispositivo promette di raggiungere 4,6 Gbps in download e 2,5 Gbps in upload, nonché di scaricare 1 Gb in appena 3 secondi. “Lo smartphone pieghevole 5G più veloce del mondo”, secondo il colosso cinese. 
Huawei ha inoltre fatto una dimostrazione del servizio video on-demand in 4K sul Mate X, sfruttando una rete 5G.   
La banda ultraveloce rappresenterà il 15% delle connessioni mobili globali entro il 2025 secondo uno studio dell’associazione Gsma, presentato all’apertura del Mobile World Congress.     
Un contesto positivo per GO internet che detiene le frequenze in banda 3.5 Ghz, prorogate fino al 2029, su cui viaggerà la nuova tecnologia 5G. La società sta inoltre trasformando, anche grazie all’alleanza con Linkem (che è anche il primo azionista dell’operatore umbro con il 21,2% di capitale), la propria rete in una 5G ready.

INTESA

Intesa Sanpaolo ha chiuso con successo il collocamento di un’ obbligazione garantita quinquennale da 1 miliardo, raccogliendo ordini superiori ai 2,8 miliardi. 
E’ quanto si apprende dalla stampa, la quale aggiunge che l’ obbligazione garantita (scadenza 5 marzo 2024) stacca una cedola dello 0,50% ed e’ stata collocata al prezzo reoffer di 99,568 con un premio di 47 centesimi (in area 57 la prima guidance) sulla curva midswap, corrispondente a un rendimento dello 0,588 per cento. 
Il bond, garantito da mutui residenziali italiani, secondo quanto riporta la stampa ha rating atteso ‘Aa3′ da parte di Moody’ s e sara’ quotato in Lussemburgo.

AUTOSTRADE

Al question time delle 15h00 dall”Aula di Montecitorio parteciperanno i ministri della Giustizia, Alfonso Bonafede, dell”Istruzione Marco Bussetti e delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli. Il ministro Toninelli riferira” sulle iniziative per garantire adeguati finanziamenti a favore dei servizi di trasporto regionale maggiormente utilizzati dai pendolari; sull”annunciata procedura per la revoca della concessione autostradale ad Autostrade per l”Italia, in relazione al crollo del ponte Morandi di Genova. Il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, rispondera” a interrogazioni sulle iniziative volte a garantire adeguate risorse umane e strumentali presso il Tribunale di Napoli Nord; sul ruolo e le funzioni della magistratura onoraria, anche con riferimento alle tutele previdenziali e assistenziali. Il ministro Bussetti rispondera” sulle iniziative per il contrasto alla dispersione scolastica e a supporto del sistema scolastico nel Mezzogiorno, anche in considerazione di recenti dichiarazioni del ministro; sulle iniziative in materia di edilizia scolastica, con particolare riferimento all”adeguamento alla normativa antisismica e a quella antincendio; sulle iniziative volte a far fronte alla prospettiva di rilevanti carenze di organico nella categoria degli insegnanti per il prossimo anno scolastico, in relazione alle modifiche della disciplina pensionistica.  
pev 

ESSILOR LUXOTTICA

In merito alla procedura congiunta per l’ esercizio del diritto di acquisto e l’ adempimento all’ obbligo di acquisto, avviata da EssilorLuxottica lo scorso 28 gennaio e riguardante le rimanenti 11.926.027 azioni Luxottica Group in circolazione, non detenute dall’offerente, quest’ ultimo ha reso noto che ieri si e’ concluso il periodo per i titolari di suddette azioni di esercitare la facolta’ di scelta tra corrispettivo in denaro o in azioni. 
Sulla base dei risultati provvisori, nel periodo di presentazione delle richieste di vendita sono state presentate richieste per complessive 6.443.120 azioni rimanenti, pari all’1,328% del capitale sociale di Luxottica Group e al 54,026% delle azioni rimanenti. 
Con riferimento alle 6.443.120 azioni rimanenti per le quali sono state presentate richieste di vendita, per 275.910 azioni rimanenti i titolari hanno richiesto il corrispettivo in azioni, pari a 0,4613 azioni ordinarie EssilorLuxottica di nuova emissione con valore nominale di 0,18 euro ciascuna ammesse alle negoziazioni su Euronext Paris, mentre per le restanti 6.167.210 azioni rimanenti, i relativi titolari hanno richiesto il corrispettivo in 
denaro, pari a 51,64474423 euro per ogni azione rimanente. 
Si segnala, inoltre, che ai titolari di azioni rimanenti che non hanno presentato richiesta di vendita sara’ corrisposto esclusivamente il corrispettivo in azioni. 
Infine, si ricorda che con il provvedimento assunto lo scorso 22 gennaio Borsa Italiana ha disposto la revoca delle azioni Luxottica Group dalla quotazione sul mercato maggiore a decorrere dal 5 marzo 2019, previa sospensione del titolo nelle sedute del 1° e del 4 marzo 2019.

JUVENTUS

La società comunica che, a seguito del verificarsi delle prestabilite condizioni contrattuali, è scattato l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo da parte della società U.C. Sampdoria S.p.A. del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Emil Audero Mulyadi a fronte di un corrispettivo di 20 milioni pagabile nei prossimi quattro esercizi. Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa 19,9 milioni.  
Grande attenzione è puntata sulla partita di ritorno di Champions League, in casa con l’Atletico Madrid, dopo la sconfitta per 2-0 dell’andata che compromette la permanenza nella competizione più ricca al mondo.  Se ciò si verificasse, la società perderebbe una parte significativa di ricavi legati alla partecipazione alla fase finale del torneo oltre che gli introiti dei biglietti. Sino a questo momento la Juventus si è assicurata 50 milioni di euro mentre il montepremi per i turni successivi è il seguente: 10,5 milioni per i quarti, 12 milioni per le semifinali, 15 milioni per le finaliste e un bonus di 4 milioni ulteriori per la vincente.  

CALEIDO

Caleido Group ha ricevuto comunicazione da Negma Group di un cambiamento sostanziale della partecipazione, avvenuta lo scorso 20 febbraio e relativa al superamento della soglia del 5 per cento. 
Negma Group ha dichiarato di detenere 226.055 azioni Caleido Group, pari all’8,29% del capitale sociale. 
Pertanto l’azionariato di Caleido Group risulta cosi’ costituito: Oltremare Toup Operator (73,38%), Negma Group (8,29%) e Mercato (18,33%).

INDEL B

La società ha approvato un piano di acquisto di azioni proprie, finalizzato a sostenere la liquidità e costituire un magazzino titoli. 
L’operazione ha anche il fine di supportare operazioni straordinarie future o lo scambio di partecipazioni con soggetti terzi.  
L’autorizzazione è stata concessa per un periodo di 18 mesi, mentre l’acquisto complessivo non potrà superare un quinto del capitale.  
Il prezzo di acquisto non potrà essere né inferiore né superiore al 10% rispetto a quello registrato nella seduta precedente all’operazione. 

VETRYA

Vetrya, gruppo italiano leader riconosciuto nello sviluppo di servizi digital, piattaforme cloud computing, soluzioni applicative e servizi broadband, progetta e sviluppa per TIM e Qualcomm Technologies Inc. una soluzione multimediale di streaming live basato su connettivita’ 5G New Radio (NR). 
L’ innovativo servizio si basa sulla piattaforma multi-screen video distribution 4/8K di Vetrya (Eclexia) e la relativa applicazione interattiva in un avanzato concetto di ‘ second screen’ su connettivita’ 5G, con cinque streaming contemporanei in multi-view. L’ applicazione prevede servizi live streaming 4K, rental video on demand e personal video recorder. 
La possibilita’ di vedere contemporaneamente i flussi video in un video mosaico rende il servizio unico nel suo genere e prima applicazione video al mondo sulla nuova tecnologia 5G.

Deutsche Bank

Il fondo statunitense Cerberus è aperto ad una fusione tra le due principali banche private tedesche, Deutsche Bank ) e Commerzbank  secondo una persona a conoscenza della situazione.Cerberus è azionista di entrambi gli istituti. Secondo la fonte, Cerberus ritiene che la Germania sia sufficientemente grande per avere le due banche ma la domanda è se entrambe le banche siano in grado di gestire autonomamente il turn-around.

Comments are closed.